classifiche

1° Semestre, le classifiche francesi e i risultati degli Italiani!

Postato il Aggiornato il

france galopFine giugno tempo di classifiche. Come l’anno scorso, prendendo spunto da un bell’articolo di Paris Turf (il quotidiano ippico francese) vi proponiamo le classifiche d’oltralpe, diciamo al giro di boa del campionato, anche ricercando collegamenti con l’Italia.
Jockeys. Saldamente in testa alla classifica è il campione in carica e dunque cravache d’or del 2014 Cristophe Soumillon. Il sette volte vincitore della classifica è al comando con 85 vittorie su 362 corse e dunque una percentuale elevata del 23% di vittorie sul numero di corse, Leggi il seguito di questo post »

La top ten mondiale 2014

Postato il Aggiornato il

giro mondoDopo la top ten italiana soltanto per i lettori di DerbyWinner ecco quella mondiale, con i dieci momenti più emozionanti del 2014 da rivivere insieme. Una classifica ancor più difficile da stilare, perché sono stati ben più di dieci i successi che ci hanno fatto esaltare ma noi ci abbiamo provato lo stesso e allora riviviamoli insieme partendo dal gradino più basso… buona lettura! Leggi il seguito di questo post »

La top ten italiana del 2014

Postato il

top-10A poche ore dalla fine del 2014 vi proponiamo la DerbyWinner Top Ten dei momenti più emozionanti vissuti nella stagione italiana a livello di pattern, riviviamoli insieme.
Una graduatoria inevitabilmente soggettiva, ci scusiamo con i tanti vincitori che non appariranno in questa speciale classifica, ma abbiamo scelto soltanto dieci momenti, i più intensi, i più importanti, i cavalli più significativi e le vittorie più prestigiose. Vi sfidiamo fin da ora a dirci quali per voi siano stati i momenti migliori.
Vi consigliamo di mettervi comodi sul divano, rilassarvi con una tazza di tè o un bicchiere di liquore in mano e gustarvi con calma questa carrellata 2014, utilizzando i vari link presenti all’interno dei paragrafi per andare a rileggervi tutti gli articoli specifici. Adesso partiamo e lo facciamo dal gradino più basso… buona lettura! Leggi il seguito di questo post »

Pisa, un 2014 pieno di passione

Postato il Aggiornato il

san rossoreSan Rossore ha chiuso i battenti domenica con l’ultimo convegno di un 2014, come al solito positivo in termini di riscontro di pubblico, nonostante il grave periodo che ci attanaglia ormai da anni. La gestione della Società Alfea, sempre improntata sulla ricerca dello spettacolo adeguato da proporre ad un pubblico esigente e competente come quello toscano, ha rispettato in pieno le attese ed anche in queste ultime due giornate dell’anno se n’è avuta la conferma con il pienone sulle tribune, in special modo nella giornata di Santo Stefano. Leggi il seguito di questo post »

Le classifiche italiane e una riflessione

Postato il

IMG_1962Dopo il primo semestre di attività è arrivato il momento di stilare un primo bilancio anche per quanto riguarda il galoppo italiano, prendendo come spunto le classifiche di metà stagione per le categorie allenatori, fantini, proprietari e allevatori.
Osservando attentamente le cifre tra i trainer spicca ancora di più lo strapotere di Stefano Botti, capace di portare a casa gran parte del montepremi, con il califfo di Cenaia che ha già conquistato 125 vittorie su 499 corse disputate per uno strike rate impressionante del 25,05 e somme vinte che superano i 2 milioni. Per lui assoluto dominio anche nel campo delle stakes, con tre successi di Gruppo 2 (Oaks di Final Score, Vittadini di Priore Philip, Derby di Dylan Mouth), tre centri di Gruppo 3 (Primi Passi diviso a metà tra Fontanelice e Ginwar, l’Incisa di Leggi il seguito di questo post »

Francia: tempo di classifiche

Postato il

soumillon1In Francia fine giugno è tempo di pagelle o ancora meglio di classifiche, un modo per fare il punto della situazione e vedere le novità e le conferme della stagione 2014. Nel caso delle classifiche del galoppo in piano abbiamo delle conferme come nel caso della classifica dei jockey dove la Cravache d’Or in carica Christophe Soumillon è ancora saldamente al comando, direi quasi in maniera imbarazzante, perché chi pensava che il ritorno del jockey belga sotto la bandiera di Sua Altezza Aga Khan avrebbe ridotto le sue possibilità si è dovuto ricredere.
Leggi il seguito di questo post »