Francia: tempo di classifiche

Postato il

soumillon1In Francia fine giugno è tempo di pagelle o ancora meglio di classifiche, un modo per fare il punto della situazione e vedere le novità e le conferme della stagione 2014. Nel caso delle classifiche del galoppo in piano abbiamo delle conferme come nel caso della classifica dei jockey dove la Cravache d’Or in carica Christophe Soumillon è ancora saldamente al comando, direi quasi in maniera imbarazzante, perché chi pensava che il ritorno del jockey belga sotto la bandiera di Sua Altezza Aga Khan avrebbe ridotto le sue possibilità si è dovuto ricredere.
Dopo sei mesi Soumì è largamente al comando sia come numero di vittorie, 108 su 417 corse disputate, sia come importi vinti, oltre 3,8milioni di euro. La sua annata sopra le righe è ancor più descritta dal fatto che se alle vittorie aggiungiamo i piazzamenti, 208, abbiamo un numero di volte a premio di ben 316 su, come detto, 417 corse insomma tre volte su quattro il belga ha portato ha casa un risultato, niente male e soprattutto una quasi certezza per la punta. La sola percentuale di vittorie sul numero di corse è davvero indicativa con un impressionante 26 per cento che non è neanche lontanamente avvicinato dai suoi avversari.
Se il primo posto è pressoché già assegnato molto più serrata è la lotta per le piazze con al secondo posto della classifica, ben staccato, troviamo Boudot che pur avendo un numero di corse disputate superiore, 451, ha vinto poco più della metà del capoclassifica, 67 e guadagnato in poco sopra i 2milioni. Al gradino più basso del podio troviamo Maxime Guyon a quota 66 vittorie e però quasi 2,2milioni vinti con 478 corse disputate. Insegue da vicino Ioritz Mendizabal che è il fantino ad aver corso di più tra ai primi quattro della classifica, 502 volte, a fronte di 65 vittorie e premi vinti per oltre 1,4milioni. Per quanto concerne i nostri fantini all’estero al 27° posto c’è Cristian Demuro, con 312 corse e 23 vittorie e vincite per 753mila euro, mentre al 30° posto troviamo Umberto Rispoli con 288 corse disputate e 19 affermazioni, 111 piazzamenti e 660mila euro di somme vinte, non male soprattutto pensando alle chance in corsa del nostri fantini, delle difficoltà per farsi apprezzare in un ambiente altamente competitivo e molto sciovinista e che certamente non hanno i cavalli dell’Aga Khan da poter montare tutti i giorni.
Per quanto riguarda gli allenatori, anche qui abbiamo un uomo solo al comando, ed è Monsieur JC. Rouget con 101 vittorie e oltre 3,1milioni di somme vinte. Certamente cavalli come rouget1Avenir Certain o Prince Gibraltar hanno sicuramente contribuito a innalzare le somme ma il numero di vittorie totali è davvero ragguardevole e sintomatico di una scuderia che gira a meraviglia. Al secondo posto staccato di 26 vittorie a quota 74 troviamo Henri-Alex Pantall che ha vinto per oltre 1,6milioni mentre al terzo posto abbiamo Andrè Fabre con 48 vittorie ma un conto vincite poco inferiore al secondo in classifica. Quanto a somme vinte Alain de Royer Dupré è al terzo posto con oltre 1,6milioni ma con sole 34 vittorie in classifica è soltanto settimo superato da Rohault, C.Boutin e Ferland.
La classifica proprietari è capeggiata da S.A. Aga Khan con 41 vittorie e 1,6milioni di somme vinte. aga-khan1Al secondo Gerard Augustin-Normand con vincite per oltre 1,1milioni e vittorie a quota 39. Al terzo il caso particolare di Franck Gillespie che grazie alla vittoria di The Grey Gatsby nel Jockey Club si piazza al terzo posto per somme vinte 857mila euro pur con una sola corsa disputate e vinta. Al quarto troviamo la scuderia vincitrice delle ultime due edizioni della classifica, ossia i Wertheimer & Frere con oltre 600mila euro vinti e 16 vittorie finora. Il bello di questa classifica è vedere i nomi dei vari proprietari, il gotha del mondo ippico e non solo, dai Niarchos ad Abdulla, da aga khan2Al Maktoum a Al Shaqab (Al Thani) e via dicendo. Quanto al capoclassifica possiamo solo essere felici che un grande appassionato come l’Aga Khan sia al comando anche perché nel suo caso gli exploit singoli hanno influenzato relativamente la classifica, infatti pur potendo contare su protagonisti quali Shamkiyr, Shamkala o Dolniya il numero di vittorie, ben 41 su 419 corse disputate porta a una percentuale del 28 per cento, indice di una qualità elevata in tutta la scuderia.
Crediamo però che la classifica che più sta a cuore a Sua Altezza sia quella degli allevatori che lo vede anche in questo caso primeggiare con 1,8milioni vinti dai cavalli allevati da lui e con 49 vittorie. Al secondo posto Madame Vidal molto discosta con poco più di un milione vinto ottenuto però con sole 11 vittorie. I Wertheimer sono al terzo posto con 37 vittorie e 904mila euro. Seguono Malcom Parrish allevatore di The Grey Gatsby e poi quinto Guy Pariente.
Insomma molte conferme nelle classifiche francesi, qualche gradito ritorno nelle prime posizioni e soprattutto una gerarchia che difficilmente quest’anno potrà subire mutamenti. A breve posteremo le classifiche italiane e cercheremo di fare dei paragoni nei limiti del possibile. Stay with us.

Un pensiero riguardo “Francia: tempo di classifiche

    […] giugno tempo di classifiche. Come l’anno scorso, prendendo spunto da un bell’articolo di Paris Turf (il quotidiano ippico francese) vi proponiamo […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...