duca di mantova

San Siro, invasione di stranieri per la Coppa d’Oro.

Postato il Aggiornato il

cavallo_leonardo_3In verità il titolo di questo articolo sarebbe dovuto essere più lungo e avrebbe dovuto riportare la seguente frase: continuiamo a non avere una programmazione decente e proseguiamo a farci del male…
Per evidenti ragioni di brevità – non siamo mai stati fan dei titoli chilometrici, in stile Lina Wertmuller – non lo abbiamo scritto nel titolo, ma non perché non sia vero.

Infatti, non solo l’ente di governo fa danni con la programmazione giornaliera – vedi continue e inutili sovrapposizioni fra convegni come nel caso di domani, venerdì, dove andranno in scena Roma e Milano in contemporanea, oppure la decisione di programmare la giornata del Derby a Roma in piena contemporanea con Milano dove ci sarà l’Europa di Trotto  ma pure il programma di selezione è totalmente slegato e senza un vero indirizzo strategico.

Leggi il seguito di questo post »

Il tradizionale St. Leger è prenotato da Oriental Fox?

Postato il

cavallo_leonardo_3Sabato di St. Leger a Milano. La classica sulla lunga distanza, 2800 metri, è riuscita meglio del previsto grazie anche alla presenza dell’ospite Oriental Fox. Il figlio di Lomitas rende il pronostico abbastanza a senso unico però nobilita la corsa dall’alto dei due piazzamenti in Gruppo quest’anno, secondo nel Kergorlay (Gr. II) e terzo nel Gladiateur (Gr. III) oltre al posto d’onore nel Cesarewwitch, che potremmo paragonare a un Gruppo per la sua importanza. L’allievo di Mark Johnston è alla ricerca dell’alloro classico per impreziosire una carriera, nato nel 2008, comunque sempre di alto livello. Leggi il seguito di questo post »

Un ottimo Dylan Mouth supera il test del Milano. Adesso inizia la scalata verso le King George!

Postato il Aggiornato il

gran premio milanoL’allievo Mouth Dylan ha superato l’esame a pieni voti!
Prendendo a prestito il lessico scolastico, visto che si approssima il periodo degli esami ce lo concederete, possiamo ben dire che il Gran Premio di Milano di ieri, oltre a essere un Gruppo 1, era principalmente un test per capire il livello del campione della Effevi in vista di un nuovo tentativo in trasferta.
La vittoria di ieri, Leggi il seguito di questo post »

A San Siro è tempo del Milano. Un test per le ambizioni di Dylan Mouth

Postato il

premiazione tesio 2014 - dylan mouthOggi è giorno di Milano.
L’ippica è uno sport fantastico, perché dopo aver assistito ieri al Derby di Epsom con Golden Horn e Frankie Dettori e in nottata alle Belmont Stakes di American Pharoah con annessa Triple Crown, dovremmo essere abbastanza sazi per almeno una settimana e invece, senza neanche darti il tempo di assaporare queste imprese, ecco che lo sport ti propone la Classica milanese per eccellenza, il Gran Premio di Milano sui 2400 metri per tre anni e oltre.
Per carità nessuno vuole, o ha l’ardire di paragonare, i suddetti eventi a quello di casa nostra, però per noi appassionati – o malati di ippica a seconda – il Milano è un appuntamento irrinunciabile. Ogni anno lo attendiamo con ansia, ancora di più noi frequentatori di San Siro, perché fa da spartiacque della stagione. Serve per capire quanto valgono i nostri rispetto agli stranieri (quando vengono ovvio). Per dirla semplice è un test. Leggi il seguito di questo post »

Jockey Club: Dylan Mouth, il nuovo Re d’Italia

Postato il Aggiornato il

dylan jockey 2014.4Davanti ad una buona cornice di pubblico (circa 8.000 spettatori) è andato in scena ieri il Gran Premio del Jockey Club, il Gruppo 1 più atteso della stagione autunnale di San Siro, purtroppo ridotto ad una sola presenza estera, il tedesco Open Your Heart, il tre anni da Samum terzo nel Derby di Amburgo seppur a distanza abissale da Sea The Moon.
Tutti ci aspettavamo una conferma da parte del derbywinner italiano Dylan Mouth, il Dylan Thomas dell’Effevi che dopo il netto successo nel Nastro Azzurro aveva tentato con coraggio la trasferta al Royal Ascot Leggi il seguito di questo post »

San Siro: tempo di Jockey Club

Postato il Aggiornato il

jockey club milanoI magnifici sette del Jockey Club.
La sfida più importante dell’autunno milanese, ci scuseranno gli amanti del Gran Criterium e del di Capua, è alle gabbie di partenza. Sui 2400 metri della pista grande i cavalli di tre anni e oltre sono pronti a darsi battaglia per quello che è l’alloro più ricercato della stagione meneghina.
Dicevamo sette, non molti a dire la verità, ma neanche troppo pochi. Il vantaggio di un campo asciutto è Leggi il seguito di questo post »