oil of england

Domenica il Roma chiama Priore!

Postato il Aggiornato il

priore philip di capua verdetto finaleSeconda domenica di spessore in quest’autunno romano con la disputa del Premio Roma – Gbi Racing (Gruppo 1) affiancato dal Ribot (Gruppo 2), dal Criterium Femminile (Listed Race) e dal Palmieri (Handicap Principale).
Il pomeriggio inizierà subito forte con una maiden per i puledri sul miglio allungato che assume un interesse tecnico notevole se focalizziamo i binocoli sull’inedita Joyful Hope, la “gioiosa speranza” saura della Dioscuri dalla genealogia superba: l’allieva di Stefano Botti è infatti figlia di Shamardal e della straordinaria Claba di San Jore, madre di due derbywinners come Awelmarduk e Crackerjack King, quest’ultimo fratello pieno di Joyful. Vedremo se mamma Claba, in carriera più prolifica con i maschi rispetto alle femmine, riuscirà ad invertire la tendenza.
Da monitorare con attenzione anche gli esordi del Nuova Sbarra General Sherman, un Teofilo presentato da Endo Botti, e della Incolinx Loritania, un’altra Teofilo homebred della Valdirone. Leggi il seguito di questo post »

Tesio – Dylan si conferma

Postato il Aggiornato il

federico tesio premioAvevamo intitolato l’articolo di presentazione del Tesio Great Expectations (Grandi Speranze) e bisogna ammettere che non potevamo essere più profetici.
Il Gruppo 2 sui 2200 ci ha consegnato una grande speranza, il tre anni italiano Dylan Mouth, che ha fatto vedere a tutti i presenti (in buon numero) una prova davvero incoraggiante, di quelle che aprono il cuore e infondono speranza. Leggi il seguito di questo post »

Il Tesio – Great Expectations

Postato il Aggiornato il

federico tesio premioDomenica a San Siro è finalmente tempo di Gran Premi, il primo stagionale è il Federio Tesio di Gruppo 2 per tre anni e oltre sui 2200 metri della pista grande.
I migliori italiani per fortuna sono presenti quasi tutti, manca soprattutto il vincitore del Milano Benvenue, inoltre anche qualche estero ha accettato il confronto.
Il favorito non può non essere il derbywinner di quest’anno, Dylan Mouth. Leggi il seguito di questo post »