crisi ippica

Ippodromi nella bufera!

Postato il

AgnanoQuando vedi muri di folla in tribuna e persone, giovani e famiglie, che si divertono ad assistere a una giornata di corse ti viene un certo sconforto a pensare alla situazione italiana dove solo pochi ippodromi sanno cosa si debba fare per “portare” pubblico, almeno nei giorni festivi.

Leggi il seguito di questo post »

Il Re è nudo… e adesso che si fa?

Postato il

emperor300La lettera del trainer tedesco Mario Hofer su EBN ha reso pubblica una situazione drammatica, il nostro Ministero non ha ancora pagato i premi vinti lo scorso anno dalle scuderie estere. Che fare adesso?

Leggi il seguito di questo post »

Il calendario? Una occasione per cambiare!

Postato il Aggiornato il

calendarioLa programmazione per voi fa acqua da tutte le parti? Siete stufi di vedere convegni senza il minimo senso logico, con spettacolo in pista pari a zero e possibilità di scommessa tragicamente simile?

Leggi il seguito di questo post »

4 proposte per un settore in crisi!

Postato il Aggiornato il

many small light bulbs equal big oneUn appello al WWF: tra le specie a rischio estinzione vanno inseriti anche allevatori e proprietari ippici.

Leggi il seguito di questo post »

Siamo all’anno zero, che fare? Tabula rasa e ripartire con un progetto!

Postato il Aggiornato il

edificio-crollatoLe peggiori previsioni paiono essersi avverate. Avevo sperato (sono ottimista di natura) fino all’ultimo, anche contro ogni evidenza, in un esito meno punitivo, ma così non è stato, il galoppo tricolore vedrà declassati tre dei suoi ultimi quattro Gruppi 1, rimanendo con il solo Lydia Tesio al massimo livello mondiale.

Leggi il seguito di questo post »

Nuovo anno, nuova programmazione?

Postato il Aggiornato il

2017Buon 2017 amici ippici e speriamo sia davvero un anno buono, diciamo che ci basterebbe differente da quelli che lo hanno preceduto nell’ultimo quinquennio almeno.

In verità se dobbiamo basarci sugli ultimi fuochi del 2016 le previsioni sono quantomeno funeste. I nostro esimi dirigenti hanno infatti scelto di non decidere riguardo al programma tecnico, pubblicando il primo atto 2017 a fine dicembre e riguardante il solo mese di gennaio – non sia mai che i nostri “esperti” riescano a partorire in un’unica tornata almeno un semestre come accade ovunque – per di più ricopiando pedissequamente quello del gennaio 2016.

Leggi il seguito di questo post »

Cambiamo modo di pensare!

Postato il

cambiamento“Dobbiamo pensare in modo diverso. Lo volete capire che siamo l’ultimo cane che arriva alla ciotola? Sapete che succede al più piccolo della cucciolata? Che crepa”.

Leggi il seguito di questo post »