Nel Dormello Cassina è una mela buonissima, Loritania si rivela nel Verziere!

Postato il

cavallo_leonardo_3Domenica per femmine a San Siro con il Dormello e il Verziere a farla da padrone.
Nella prova per le due anni grande impressione mostrata dalla Dioscuri, made in Besnate, Cassina de Pomm.
La figlia di Pounced –  primo Gruppo italiano, come stallone, per il figlio di Rahy che sta facendo molto bene in queste prime annate – ha sfruttato benissimo la sgabbiata veloce della compagna di scuderia Berneri che si portava subito al comando a pedalare. Nella sua scia si portavano Pair Ou Impair e dietro Sopran Anny e Doni D’Arcadia. Le favorite Dry Your Eyes (a 1,83 al betting) e Cassina (2,33 in chiusura) rimanevano coperte nel centro dello schieramento.
Le posizioni non mutavano fino all’ingresso in retta dove il gruppo si presentava come un’unica massa e dove le prime a provare la fuga erano Pair Ou Impair assieme a Page One. Le due superavano Berneri che veniva passata all’esterno anche da Cassina, ottima monta di Colombi, che si trovava dunque all’interno delle rivali mentre Dry Your Eyes non progrediva a centro pista e veniva presto risparmiata da Branca.
Ai 200 finali l’allieva di Botti prendeva il sopravvento acquisendo un paio di lunghezze sul duo Page One e Identity Run Fast che da dietro iniziava la sua veloce risalita.
Nel finale Colombi manteneva un vantaggio di sicurezza sull’accorrente Identity Run Fast che aveva pienamente ragione di un’ottima Page One.

Very impressive la performance di Cassina, alla terza uscita vittoriosa della sua breve carriera sempre in crescendo. Questa Pounced si è dimostrata un’allieva diligente e con una cambio di passo davvero rimarchevole non appenacassina de pomm dormello 2015 trovata la luce in più neppure il terreno faticoso le è stato d’impiccio.
Ottima impressione anche dalla runner up Identity Run Fast (Footstepsinthesand), l’allieva dei Marcialis ha messo in scena un finale sprint che denota tanta classe per un soggetto che dopo una vittoria in maiden si affacciava per la prima volta sul palcoscenico principale.
Altrettanto bene si può dire della terza arrivata, la Arienti Page One, dopo una debuttanti vinta si è subito inserita nel circuito buono femminile. Questa figlia di Stormy River ha fatto la corsa da protagonista e solo nel finale ha sofferto perdendo una piazza d’onore che avrebbe meritato per lo sforzo profuso.
Male la favorita Effevi Dry Your Eyes che mai ha mostrato le belle qualità che le sono proprie e che già al tondino era parsa parecchio nervosa. Un passaggio a vuoto con le femmine è più che accettabile e la aspettiamo con fiducia per il futuro. Non scintillante anche Aquila Solitaria che forse può non avere a genio il miglio e magari preferire una distanza un filo più corta.

Nell’altra prova di Gruppo, il Verziere sul doppio chilometro, grande sorpresa con la vittoria di Loritania. La femmina della Incolinx non era tra le favorite, oltre a 12 al betting, ma si è mostrata in tutto il suo splendore loritania verziereandando fin da subito a fare la corsa assieme alla battistrada dichiarata Orange Sun e all’estera Secret Pursuit. Vargiu sistemava la sua allieva al terzo posto dietro alle prime due che continuavano al comando. Dopo l’intersezione delle piste si formava un bel ventaglio con la Rencati Finidaprest all’interno che ai 400 cercava di mettere il muso davanti subito parata all’esterno dalla tedesca Daytona Bay e da Loritania a centro pista richiamata al massimo sforzo. Appena dietro la favorita Sound Of Freedom faticava a distendersi e non riusciva a tenere il contatto dalle due.
La lotta a due si risolveva sul palo con Loritania che metteva una testa su Daytona e con Sound Of Freedom terza a tre lunghezze abbondanti, quarta Finidaprest.
Splendida affermazione per la figlia di Teofilo alla prima a questo livello e conferma di un miglioramento davvero esponenziale dopo il cambio di training. Aver avuto ragione di avversarie simili pone una nuova luce su questa femmina sempre al palo ma mancante (nel passato) dello spunto risolutore, ieri questa qualità è venuta fuori prepotentemente grazie anche alla monta di Dario Vargiu che ha tirato fuori il meglio dalla sua allieva.
L’anziana Daytona Bay (Motivator) stava per fare il colpaccio e questa piazza nobilita la prova dandole speriamo un bel rating.
Quanto a Sound Of Freedom crediamo che abbia patito molto il rientro e il terreno poco gradito, è sembrata avere difficoltà nell’azionare tutto le marce di cui dispone. A nostro parere questa prova le farà molto bene per venire avanti di condizione ed essere al top per l’obiettivo principale, il Lydia Tesio.

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...