Omaticaya per sognare e la domenica francese

Postato il

Omaticaya1Il coraggio di provarci, la voglia di misurarsi all’estero, il cuore e la grinta di una cavalla che finora, fatte eccezioni per l’Aloisi dello scorso anno e del fattaccio della gabbia aperta in ritardo nel Carlo Chiesa, non ha mai sbagliato un colpo.
La grintosa Omaticaya, dopo lo splendido posto d’onore colto nel Papin a due anni, torna a varcare le Alpi per tentare il colpaccio francese, stavolta a Deauville, dove sabato pomeriggio scenderà in pista nel tradizionale Ris-Orangis, gruppo 3 per velocisti di tre anni e oltre sui 1200 metri. La pupilla di Vincenzo Fazio e Manila Illuminati, reduce dal sigillo nel Tudini, è partita martedì dalla Capitale alla volta della Normandia, facendo tappa a Torino.
La figlia di Bernstein, che avrà di nuovo in sella il fido Gianpasquale Fois, sarà chiamata ad affrontare dieci rivali, in un campo che si preannuncia tosto ma tutt’altro che impossibile da contrastare. Omaticaya ha pescato inoltre un ottimo numero di steccato, il due, che potrà permetterle di attuare la consueta tattica in avanti cercando di far selezione fin dai primi metri.
I rivali i più pericolosi, sia per rating sia per forma accertata, sono in primis le due pedine di Alain de Royer Duprè, il trainer francese schiera la quattro anni Dibaaj e il tre anni Daraybi. La figlia di Iffraaj rimane su un ottimo terzo posto nel Gros-Chene di Chantilly, il portacolori Aga Khan, erede di Street Cry, è invece cresciuto molto in stagione conquistando un posto d’onore ed una vittoria in listed, l’ultima conquistata a Maisons Laffitte nel Prix Marchand d’Or.
Tra i tre anni pure Signs of Blessing resta da rispettare, con l’allievo di Rohaut che rimane sul successo nel Sigy a Chantilly e soprattutto sul superbo posto d’onore nel Saint-Georges di Longchamp, prova sempre molto significativa in vista del Ris-Orangis.
I pericoli arriveranno anche dall’esperto Gammarth, allievo di Pantall piazzato in gruppo 2 tedesco, e da Myasun, già due volte a segno a questo livello in carriera e piazzato di listed in stagione.
La grintosa Omaticaya non deve però temere nessuno e scendere in pista con fiducia perché sul suo miglior standard sarà sicuramente lì a lottare fino all’ultimo metro per qualcosa d’importante, per tenere ancora una volta alto l’onore italiano all’estero.
In momenti così critici per il nostro settore è questa la strada da percorrere, salire sul van e provare con coraggio, misurarsi all’estero perché soltanto osando si valorizzano i nostri cavalli e le nostre corse. Complimenti a Vincenzo Fazio, Manila Illuminati e alla stessa Omaticaya, comunque andrà, grazie per averci provato.
Sempre in terra francese domenica appuntamento di spicco a Saint-Cloud con la disputata dell’atteso Grand Prix, spesso prova rivelatrice verso l’Arc de Triomphe. L’edizione 2014 qualitativamente non eccelle ma è molto divertente e con qualche novità intrigante che si affaccia sul prestigioso palcoscenico. E’ un esempio il quattro anni Spiritjim, un Galileo di Bary autore di un’escalation incredibile con quattro successi consecutivi, compresi i sigilli nell’Hedouville e nel Grand Prix de Chantilly.
Il più atteso sarà comunque il quattro anni Flintshire, il Dansili di Abdullah allenato FlintshireJuddmonteGrandPrixdeParis2013JG298da Fabre che è rientrato alla grande nella Coronation Cup, terminando secondo non lontano dal campionissimo Cirrus des Aigles, alla ricomparsa dal tentativo nell’Arc de Triomphe. Il baio da Dansili potrebbe indossare la seconda giubba visto che tra i rimasti c’è ancora il fratello pieno di Frankel, quel Noble Mission che potrebbe accettare la trasferta per il training di Lady Cecil. Il portacolori di Abdullah, incapace di lottare lo scorso anno, sembra finalmente maturato come dimostrano gli ultimi tre successi consecutivi a Sandown, Chester e al Curragh. Completeranno il campo la femmina dell’Aga Khan Narniyn, e il tedesco di Schiergen, Empoli, reduce dal quarto nella Coronation Cup. AAA cercasi: nuovo campione!

Edoardo Borsacchi @Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...