Odeliz

Odeliz vince il Lydia Tesio, ma le nostre danno battaglia fino alla fine!

Postato il Aggiornato il

Lydia-Tesio 2015Odeliz doveva essere e Odeliz è stata.
Il Lydia Tesio, probabilmente la miglior corsa in Italia per la qualità nel 2015, non ha deluso le attese. Ha vinto la più forte ma c’è stata corsa e la vincitrice ha superato una concorrenza agguerrita che si è ben comportata. Soprattutto le italiane hanno dimostrato di non essere troppo lontane dalle migliori estere.
Al betting la figlia di Falco era la favorita, poco sopra la pari, ma non troppo netta perché le due Effevi erano parecchio giocate anche loro, segno che la punta credeva nelle due bottiane. Leggi il seguito di questo post »

Edizione extra lusso del Lydia Tesio con invader di prima categoria e italiane in agguato!

Postato il

Lydia-Tesio 2015Roma caput mundi. Frase ancora più vera domenica alle Capannelle dove va in scena il Lydia Tesio 2015.
Quest’anno la prova di Gruppo I sul  doppio chilometro per femmine di tre anni e oltre non è magnifica solo per gli standard usuali italiani ma è davvero un’edizione che può rivaleggiare con le prove dello stesso livello che vengono proposte all’estero. Leggi il seguito di questo post »

Un razzo nel Morny, Shalaa dernier cri! Nel Romanet sorpresa Odeliz

Postato il

meeting deauville 2015Un razzo ha sfrecciato ieri nel cielo di Deauville. Ieri all’ippodromo della località balneare francese abbiamo assistito non al Morny ma a un lancio organizzato dalla Nasa. A parte gli scherzi il Gruppo I per due anni sui 1200 ha mostrato le potenzialità enormi del vincitore, l’Al Shaqab Shalaa (Invincible Spirit) che non ha solo vinto ma ha dominato facendo vedere di essere di un’altra categoria (quella dei campionissimi) rispetto ai suoi avversari. Uscito deciso dalle gabbie, con Frankie Dettori in sella, si è subito sistemato al comando, assieme al compagno di scuderia Gutaifan (Dark Angel), grazie anche al campo davvero ridotto di partenti, appena cinque, e ha preso subito le redini della contesa. A metà gara la corsa era già un duello a due tra Shalaa e Gutaifan che ai 300 finali prendevano alcune lunghezze sugli inseguitori in evidente difficoltà a tenere il ritmo. Leggi il seguito di questo post »