2000 Guineas, con Gleneagles e Ol’Man River, O’Brien suonerà la settima?

Postato il

Newmarket-Guinea qipcoAppuntamento con la storia oggi al Rowley Mile dove va in scena la prima sentitissima classica inglese, le Qipco 2000 Ghinee di Newmarket, seguite domani dalla prova gemella per le femmine.
Aidan O’Brien, il maghetto di Ballydoyle, va alla caccia del record di vittorie schierando due pedine pesanti come il favoritissimo Gleneagles (Galileo) e l’imbattuto Ol’Man River (Montjeu), per puntare al settimo successo nella classica maschile sul miglio che gli permetterebbe di eguagliare il record di John Scott.

Negli ultimi quindici anni le Ghinee si vincono alla ricomparsa e il master irlandese proverà ancora una volta a compiere un lavoro di sartoria con due cavalli capaci a due anni di dimostrare un potenziale immenso. Gleneagles, affidato per la prima volta al tre volte champion jockey Ryan Moore (ancora alla caccia del primo sigillo nella classica maschile), dopo aver perso al debutto ha poi infilato Tyros, Futurity, National e Jean Lucgleneagles lagardere Lagardere salvo poi esser retrocesso ingiustamente dai commissari di Longchamp per un danneggiamento ai danni di Full Mast. Lo splendido figlio di Galileo ha una tale velocità di base da consentirgli di far bene sul miglio del Rowley Mile, a patto di adattarsi al saliscendi di Newmarket dove debutta. Altro tallone d’Achille potrebbe risultare il numero esterno di gabbia, il 16, perché da quest’anno per la prima volta le gabbie non saranno più al centro della pista come da tradizione, bensì spostate verso lo steccato delle tribune, portando svantaggi ai numeri larghi, per una scelta criticata pesantemente anche da Ryan Moore. Gleneagles, favorito per tutto l’inverno nell’antepost, vede in queste ultime ore la sua quota in leggera salita fino all’11/4.

Il compagno di training Ol’Man River, acquistato per 2 milioni e 850mila euro da puledro, arriva invece da imbattuto all’appuntamento più importante, dopo aver confermato nelle Beresford al Curragh la notevole Newmarket2impressione destata all’esordio. Il Montjeu figlio della campionessa Finsceal Beo, laureata di Boussac, 1000 Ghinee inglesi e irlandesi per Jim Bolger, avrà in sella Joseph O’Brien, già a segno con Camelot nel 2012 e partirà da un più favorevole due di steccato. Ol’Man River, più adatto forse a distanze superiori (la mamma comunque gli garantisce il necessario speed), si gioca intorno al 6/1 ed è la prima alternativa al favorito Gleneagles.
20 anni dopo il successo ottenuto con Pennekamp, il Muto di Chantilly Andre Fabre ci riprova con il Godolphin Territories (Invincible Spirit), il baio supplementato per l’occasione. Terzo a due anni nel già citato Lagardere vicino a Gleneagles, lo splendido baio è rientrato impressionando nel Fontainebleau a Longchamp, staccando il pass per le 2000 Ghinee, preferite alla Poule in programma domenica prossima.

Richard Hannon Jr, a bersaglio lo scorso anno con il meno atteso Night Of Thunder, schiera addirittura un quartetto nell’edizione odierna, capeggiato da Estidhkaar (Dark Angel), pedina di Sheikh Hamdan rientrato con il posto d’onore nelle Greenham alle spalle di Muhaarar, destinato alla Poule d’Essai des Poulains daivawood Charles Hills. Il Dark Angel, laureato delle Superlative e delle Champagne a due anni, deve dimostrare di aver tenuta sufficiente per tenere sul miglio e ricalcare le orme di Night Of Thunder, a segno nelle Ghinee dopo il posto d’onore nelle Greenham.
Terzo a Newbury in quell’occasione fu il chiacchierato Ivawood, un monumentale figlio di Zebedee a segno nelle July e nelle Richmond a due anni ma accompagnato sempre da dubbi feroci sulla tenuta. Richard Hughes, suo abituale interprete, è rimasto fedele ad Ivawood, crede nei progressi del baio ed è convinto di ribaltare almeno la linea con il compagno Estidhkaar, i due partiranno uno accanto all’altro nella parte interna, con il 5 e il 6 di gabbie.
Hannon Jr schiera anche il vincitore delle Craven Kool Kompany (Jeremy), solidissimo dall’alto delle sue tre pattern già in bacheca, e il Joaan Moheet (High Chaparral), carta di Frankie Dettori (alla caccia del terzo successo nella corsa) dopo la rinuncia per una sobbattitura di The Wow Signal, il quale verrà certamente molto avanti dal terzo nelle Craven.

L’altro supplementato al via sarà l’interessante Intilaaq (Dynaformer), un portacolori di Sheikh Hamdan allenato da Roger Varian figlio della campionessa Torrestrella, fratellastro dunque della velocista Farmah, ride like the wind prix djebellaureata del nostro Aloisi. Il baio ha risolto da cavallo buono una maiden a Newbury ed è il vero black horse di quest’edizione.
Sir Mark Prescott si affida al dotato Celestial Path (Footstepsinthesand), al rientro dal terzo nel Racing Post Trophy di Elm Park, mentre Charles Hills alla carta di riserva Dutch Connection (Dutch Art), alla ricomparsa dal terzo nelle National alle spalle di Gleneagles. L’altro francese Freddy Head, spesso protagonista negli ultimi anni con buoni piazzamenti, si affida invece al laureato del Djebel Ride Like The Wind (Lope de Vega), sconfitto dallo spagnolo Muqaawel in una condizionata a Deauville prima di strappare il pass per Newmarket proprio a Maisons Laffitte.

Il grande assente sarà purtroppo il laureato del Racing Post Trophy Elm Park (Phoenix Reach), il portacolori della Qatar Racing allenato da Andrew Balding che era stato dichiarato con il nostro Andrea Atzeni ma ritirato in mattinata a causa del terreno scorrevole.
And they’re off, fate il vostro gioco, il nostro cuore batte per Ivawood (che bello sarebbe veder vincere Hughesie all’ultima stagione agonistica) ma la storia parla per Aidan O’Brien…alla caccia delle sette meraviglie, proprio come John Scott…Gleneagles e Ol’Man a voi!

Edoardo Borsacchi@Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...