I trial di San Siro in piano, l’Emanuele Filiberto e lo Zanoletti

Postato il Aggiornato il

cavallo_leonardo_3Nell’anniversario del 25 aprile l’ippodromo di San Siro propone un bel programma con doppia valenza. Gli ostacoli hanno il proscenio grazie alla disputa del Grande Steeple Chase di Milano di Gruppo 1 sui 5 chilometri oltre alla Corsa Siepi dei 4 anni, gruppo 2 sui 3600 metri. Il piano risponde con una bella edizione del tradizionale Emanuele Filiberto, Listed per tre anni sul doppio chilometro, prova preparatoria per il Derby del 17 maggio a Roma. Inoltre abbiamo anche lo Zanoletti di Rozzano, condizionata prestigiosa e finalmente ben remunerata, sul miglio allungato per femmine con ambizione di Oaks. Siccome degli ostacoli parleremo in un articolo apposito iniziamo ad analizzare il sabato in piano.
Partiamo dalla Listed, l’Emanuele Filiberto, che ha richiamato sette partenti. L’attenzione è rivolta a Circus Couture, l’Intikhab di casa Effevi, ancora imbattuto nelle due uscite finora effettuate e che all’ultima ha??????????????????????????????? scherzato nel Lodi Vecchio rifilando ben sette lunghezze al secondo, Tin Tin. Le aspettative su di lui sono ovviamente elevate e l’asticella va tenuta necessariamente alta, visto anche il feeling che la scuderia ha con le classiche romane, Derby in primis.
Assieme alla prima scelta Circus, Stefano Botti schiera altri due soggetti, il compagno di scuderia Ora Dei Desideri (Arcano) all’ultima, nello Smith, secondo dietro il promettente Goldstream e che agirà da pacemaker in favore del compagno. Il secondo è Vietri, il Red Rocks della Ste.Ma che, dopo un 2014 da imbattuto, quest’anno non ha brillato nelle due prove effettuate e all’ultima è giunto quinto nel San Giuseppe ma non lontano dal vincitore Fantatisc Love. La linea della corsa non è male – Firun nella successiva ha vinto bene – però l’ostacolo è duro da superare.
Il cugino Endo Botti presenta per la Nuova Sbarra, Ragged Point che, dopo un debutto tranquillo a fine marzo, ha colpito subito dopo, sempre in maiden a Roma, destando una bella impressione. Il team Endo, BrivioFiocchi è davvero caldo nel periodo e quindi questo Duke Of Marmalade va tenuto d’occhio.
La Incolinx ha nel proprio DNA la ricerca dell’eccellenza e con Greg Pass l’Ingegner Romeo e il trainer Raffaele Biondi  forse hanno trovato il cavallo giusto. Certamente è ancora presto per giudicare questo figlio di waaleef - calvairateRaven’s Pass che ha corso solo una volta, però, al debutto a Milano a fine marzo ha vinto molto bene la sua maiden e quindi la prova andava fatta. Sempre in maiden a Milano si è distinto il Bietolini Hollymart, che dopo questo debutto vincente prova il salto in alto. Il figlio di Martino Alonso (quanto ci manca) della SIBA promette bene, ovviamente anche per lui è difficile dare un giudizio netto, l’unica sicurezza è che il ragazzo muove bene le gambe.
Ultimo del lotto l’importato Waaleef che al debutto italiano aveva impressionato per l’azione in progressione che aveva portato al successo nel Calvairate pur contro terreno. Nella successiva uscita sempre sul miglio l’allievo di Marras ha dovuto abbassare la testa davanti a tipini come General Sherman e Azari e anche in questo caso su un terreno non gradito. Il figlio di Nayef adesso allunga la distanza e in caso di terreno buono (rischio pioggia in agguato) potrebbe avere concrete chance, se non di vittoria almeno di piazza.
L’altra bella prova è lo Zanoletti di Rozzano dove troviamo ancora sette femmine in lizza di cui ben cinque allenate dal cannibale, alias Stefano Botti. Anche in questo caso la scuderia della famiglia Villa presenta due pedine entrambe figlie di Rock Of Gibraltar, la più intrigante è Wordless, la figlia della fantastica Holy Moon che magari è meno appariscente delle fenomenali sorelle però è altrettanto letale visto che dopo due prove èIMG_1962 ancora imbattuta e all’ultima nell’Altaguardia ha vinto facile. La compagna è Promissory Note, mamma Cottonmouth, che l’ha già seguita in quest’ultima corsa.
Le altre bottiane sono: Aria Di Primavera, scuderia Blueberry e paternità Selkirk, la quale nel 2015 ha incrociato i guantoni con due pezzi da novanta come Reset in Blue e Testa O Croce uscendo sconfitta e anche ridimensionata nelle ambizioni, starà a lei dimostrare che abbiamo giudicato male. Altra femmina del contingente Botti è l’Aleali Taxi Deal che arriva alla prova da un rientro vittorioso nel Bellini di Roma dove ha battuto A Fari Spenti che incontra anche domani. La figlia di Inthikab sarà una rivale molto probante per Wordless.
L’ultima pedina in arrivo da Cenaia è la Quafin Evviva (Ramonti) che rientra dal quinto posto nel Dormello di Fontanelice. Se sarà già pronta alla sfida lo scopriremo domani, però Stefano non è di quelli che porta avanti la forma in pista e quindi riteniamo che la scelta dimostri la fiducia del team nella femmina.
Completano il campo la Incolinx Loritania (Teofilo) che dopo un debutto tranquillo si è tolta la qualifica di maiden nel Razza Spineta di fine marzo dove ha fatto vedere un bel finale e che ora è attesa a una prova molto severa. Per ultima, come detto in precedenza, A Fari Spenti (Excellent Art), l’allieva di Giannotti che sulla carta dovrebbe essere chiusa da altre pretendenti.
Sempre in piano in giornata da seguire anche un bell’handicap il Seveso, molto complicato e nel quale ci piacciono Arte Volante e Nata’s Jam.
Bellissimo sabato pomeriggio di corse quindi, con prove che ci diranno molto sulle ambizioni classiche dei nostri tre anni, un convegno da non perdere.

Antonio Viani@AntonioViani75

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...