Giappone, Francia, USA e Inghilterra: il meglio del week end ippico

Postato il

giro mondoMirco The Magic Demuro ha calato il poker nelle 2000 Ghinee giapponesi disputate domenica a Nakayama, risolvendo con il solito grande stile il Satsuki Sho sul doppio chilometro in sella all’atteso Duramente, un figlio di King Kamehameha allenato da Noriyuki Hori per i colori della Sunday Racing.
Demurone, al primo sigillo da fantino giapponese nella classica già conquistata con Neo Universe, Daiwa Major e Logotype, ha dato ancora una volta dimostrazione della sua immensa classe risolvendo una corsa che non si era messa per niente bene. Sempre nelle retrovie durante la prima parte del percorso, Mirco, alla prima uscita in coppia con Duramente, è rimasto freddissimo fino al completamento della curva conclusiva

Japan-Racing-Association-logo quando ha cominciato a guadagnare terreno per vie interne.
Sulla violenta accelerazione del gruppo all’ingresso in retta, Mirco ha cercato di liberarsi dallo steccato con Duramente che ha scartato verso il centro della pista, perdendo ulteriormente terreno dai primi. Il caratteraccio del baio da King Kamehameha ha trovato piena risposta nelle mani fatate di Mirco che non appena è riuscito a metter sulle gambe Duramente ha capito di poter agguantare il fuggitivo compagno di colori Real Steel (Deep Impact), eletto favorito dalla punta nipponica.
Nei 300 metri conclusivi l’azione di Duramente si è fatta progressivamente sempre più efficace e con un volo pazzesco l’allievo di Hori ha sorvolato il rivale per prendersi la rivincita rispetto al Kyodo News dello scorso febbraio.
mirco demuro duramenteUn’interpretazione sublime per Demurone che sul traguardo ha perfino avuto il tempo di fare il segno del poker con la mano, festeggiato a gran voce dai tanti spettatori giunti a Nakayama e pronti ad osannare quello che ormai da anni è un vero idolo e adesso un “quasi” connazionale. Duramente ha sconfitto nettamente di una lunghezza e tre quarti il favorito Real Steel con Kitasan Black (Black Tide), al terzo. Per il figlio di King Kamehameha si tratta della terza vittoria in cinque uscite e adesso il prossimo obiettivo, ovviamente con The Magic a bordo, sarà il Derby giapponese in programma il 31 maggio.
In giornata Mirco ha colto un’altra bella vittoria in sella a Rise To Fame (Zenno Rob Roy), aggiornando il suo bottino stagionale a 20 vittorie, sempre più lanciato verso la rincorsa al leader della generale Yuichi Fukunaga, capolista con 47 successi. Da registrare l’appiedamento da parte dei commissari al nostro top jockey per l’allargamento sulla curva finale che costringerà Mirco in tribuna per i prossimi due weekend di corse. Della serie, soltanto i commissari possonofrance galop fermare un talento così immenso.
Dal fratellone al fratellino, dal Giappone alla Francia perché Cristian Demuro, tornando indietro nel tempo, giovedì scorso a Longchamp ha dato dimostrazione di tutto il suo talento, pennellando il grigio Billabong (Gentlewave), nel Prix Lord Seymour, una listed sul miglio e mezzo. Il sei anni allenato da Pascal Bary, che avevamo avuto l’onore d’insellare e vedere dal vivo in occasione del terzo posto lo scorso novembre in una listed a Kempton, era rientrato vincendo a Chantilly proprio con Cristian prima di terminare secondo a Saint Cloud. Partito da contro favorito dell’Abdullah Glaring (Champs Elysees), l’ex campione marocchino ha condotto a ritmo regolare fino all’ingresso in retta quando, pressato da vicino dal più atteso Glaring, sembrava poter soccombere al rivale. Maxime Guyon non aveva però fatto i conti con la caparbietà di billabong cristian demuroDemurino, capace di rientrare in un finale palpitante all’avversario per mettergli il musino davanti proprio sul palo. Una monta impeccabile che conferma ancora il talento del giovane Demuro, il quale sta attraversando un momento di forma invidiabile.
Dopo la perla di domenica nell’Ambrosiano a San Siro con il tedesco Magic Artist, Cristian ha collezionato diversi piazzamenti oggi a Longchamp (un paio con cavalli a grossa quota, uno dei quali per Alessandro Botti con The Peoples Choice) compreso il posto d’onore colto nel Prix Noailles, un Gruppo 3 che fa da trampolino di lancio verso il Prix du Jockey Club. In sella ad High Dynamite (Kentucky Dynamite), secondo all’ultima uscita in listed, ha colto il miglior risultato possibile dietro al fenomenale Aga Khan Karaktar (High Chaparral), il baio di Duprè che si candida ad un ruolo da protagonista nel Derby francese di Chantilly dopo i due straripanti successi colti in stagione.
Tre lunghezze e mezzo in totale controllo per Karaktar che ha lasciato in lotta per il posto d’onore High Dynamite e Best of Max (Kentucky Dynamite), finiti nell’ordine grazie alla caparbietà di Cristian che ha tenuto a bada permoi meme vittadini un’incollatura il ritorno del rivale.
Rimanendo in Francia da segnalare due ottime prestazioni italiane. Giovedì a Longchamp in una maiden per femmine di tre anni sul doppio chilometro si è imposta in stile promettente Moi Meme, una Teofilo portacolori della Grundy Bloodstock allevata da Franca Vittadini. La figlia di Moi Oui allenata da Pascal Bary ha regolato l’attesa Wertheimer Solilea (Galileo), una figlia della campionessa Plumania. E venerdì a Maisons Laffite nel Prix Suresnes, listed per tre anni sul miglio allungato in pista dritta, ottimo posto d’onore per il sauro Kahouanne (Cockney Rebel), un allievo di Alessandro Botti che era rientrato con un quarto in listed a Saint Cloud. Ancora in coppia con Soumillon, il portacolori del cinese Robert Ng, ha condotto a buon ritmo per inchinarsi di una testa soltanto nei pressi del palo allo stimato Mostaneer (Dutch Art), un sauro di Clement che potrebbe adesso puntare al Prix du Jockey Club.
keeneland logoCon il nostro volo ideale atterriamo negli States dove sabato a Keeneland correva Biz The Nurse (Oratorio), il derbywinner 2013 che partiva da contro favorito nelle Dixiana Elkhorn Stakes, Gruppo 2 sui 2400 metri, dopo la bella vittoria all’esordio americano. L’homebred di casa Parri è terminato quarto dopo una tardiva rincorsa, con l’allievo di Thomas Albertrani ad una lunghezza dal terzetto che si è giocato la corsa, andata all’outsider Dramedy (Distorted Humor).
Il portacolori di John D’Amato, su un tracciato forse non ideale alle sue caratteristiche, punterà adesso verso il Brooklyn Invitational, Gruppo 2 sul miglio e mezzo in programma a Belmont Park il prossimo 6 giugno.
Sempre dagli States da registrare la dura sconfitta del campione Shared Belief (Candy Ride), infortunatosi ad un ginocchio nel Charles Town Classic di Gruppo 2, e il rientro vittorioso di Hootenanny (Quality Road), la freccia di Wesley Ward che aveva vinto la Breeder’s Cup Juvenile Turf con Frankie Dettori. Il campione americano ha risolto comodamente una condizionata sul chilometro a Keeneland, sembrava in procinto di accettare la trasferta per lebritish racing logo 2000 Ghinee di Newmarket ma sia lui, sia la compagna di training Sunset Glow (Exchange Rate), hanno fatto forfait proprio nella giornata di oggi.
Infine concludiamo il nostro giro del Mondo per finire in Inghilterra e parlare di un altro dei nostri jockey emigrati, Antonio Fresu, il quale, alla corte di Ed Walker, si sta ritagliando un importante spazio. In questa stagione il giovane jockey ha colto quattro vittorie in otto ingaggi, con il superbo 50% di strike rate. Lo scorso 13 aprile ha pennellato la femmina Vanishing (Sir Percy) in un handicap a Redcar, e ha bissato quattro giorni più tardi nella prestigiosa cornice di Newbury in coppia con l’inedito due anni Harvard Man (Equiano), a segno con grinta in una maiden sul chilometro per il training di Brian Meehan ed i colori di Earle Mack, il proprietario di Electrocutionist.
Il tricolore, portato orgogliosamente in alto dai nostri talenti a due e quattro zampe, sventola in tutto il Mondo, mentre la nostra bistrattata ippica lotta ogni giorno con le risorse rimaste per cercare di riguadagnare lo spazio che merita.

Edoardo Borsacchi@Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...