Gran Criterium: si può sognare con Hero Look

Postato il Aggiornato il

gc
Abbiamo volutamente lasciato sedimentare le emozioni del pomeriggio milanese per evitare di usare toni esagerati dovuti al momento. Tuttavia, passata la nottata, le nostre idee non cambiano anzi, se mai, escono rafforzate: il Gran Criterium è stato vinto da un Campione vero, la c maiuscola non è un refuso ma il giusto tributo da pagare a un talento così cristallino.
Hero Look ha dominato il Gran Criterium in maniera più netta ancora di quanto dicano le lunghezze finali che lo separano dal secondo arrivato, il più che valido Ginwar. L’imbattuto figlio di Lope de Vega era innegabilmente il più atteso del lotto, le due corse vinte con facilità in precedenza ne facevano il protagonista principale della corsa faro dei due anni italiani. Pur non avendo partecipato ai vari eventi precedenti come invece fatto, per esempio, da Ginwar o Azari era il baio della Effevi che tutti aspettavamo. Le discussioni attorno a lui vertevano soprattutto sull’adattabilità del cavallo al terreno reso molto pesante da una settimana di piogge e in verità i dubbi e le paure erano abbastanza reali, vista la mole e la tipologia del cavallo e anche sul fatto che gli stessiRIENTRO HERO LOOK GC componenti del team erano titubanti, però visto che il Gran Criterium viene una volta nella vita di un cavallo bisognava tentare, per fortuna diciamo noi oggi.
Usciti dalle gabbie era il portacolori dell’Intra Ginwar a prendere la testa e a fare l’andatura con Kloud Gate e tutto il gruppo dietro a seguirne le mosse. Hero Look veniva saggiamente posizionato da Fabio Branca in quarta posizione alla corda a seguire la testa. Alla fine della curva le manovre iniziavano a sveltirsi con il battistrada che cercava di giocare la carta della fuga in anticipo e con Hero Look che senza scomporsi si metteva sulle sue tracce, con i soli Azari e Brex Drago che cercavano di seguire la coppia, mentre gli altri iniziavano a perdere terreno. Ai trecento finali diventava una lotta a due tra Hero Look e Ginwar, con il primo che passava di slancio prima dei duecento finali andando a vincere in grande stile davanti a un encomiabile Ginwar, per il terzo la spuntava il Borsani Azari su Brex Drago.
Impressionante è la parola più sentita dopo l’arrivo tra i vari addetti ai lavori e appassionati e ancora più spessore riveste questo risultato grazie alle parole di Fabio Branca che candidamente ammette che il cavallo ha corso e vinto su un terreno per nulla gradito. In aggiunta il nostro jockey ha affermato di non aver mai montato un cavallo simile e detto da lui che di cavalli speciali della Effevi ne ha conosciuti parecchi, riveste ancora più importanza.
RIENTRO HERO GCQuanto agli sconfitti, oggi non possono dolersi in maniera eccessiva, l’Effevi è soggetto più forte e non c’è vergogna nel perdere in questo modo, Ginwar ha confermato di essere un buon cavallo e ha dato il massimo riuscendo anche a impensierire fino quasi alla fine in vincitore, Azari ha confermato la buona linea del Riva e ha colto un terzo posto che ad oggi è, a nostro modo di vedere, la corretta valutazione, nella scala di valori della generazione, del cavallo. Brex Drago perde l’ultimo gradino del podio ma conferma la buona valutazione che si dà di lui e che magari potrebbe anche per lui venire aggiornata in positivo nel futuro.
Non possiamo oggi dire quale sarà il futuro di Hero Look, però siamo convinti che se confermerà quanto mostrato abbiamo trovato un campione in grado di farci sognare, perché quando un cavallo alla terza corsa in carriera e su un terreno contrario vince la corsa principale per i due anni in questo modo, sognare è lecito e di questo ringraziamo tutto il team, dalla famiglia Villa per la grande passione che ci mette, ai Botti, Stefano in primis e Alduino dietro le quinte, per il lavoro splendido che hanno fatto.
Da oggi si può sognare e non è poco di questi tempi.

Antonio Viani@AntonioViani75

Un pensiero riguardo “Gran Criterium: si può sognare con Hero Look

    La top ten italiana del 2014 « DerbyWinner ha detto:
    2 gennaio 2015 alle 10:53

    […] Siro, 12/10/2014, HERO LOOK Il terreno pesante sembrava l’unica incognita alla vigilia del Gran Criterium, summit per i puledri, per il grande favorito e imbattuto Effevi Hero Look, un pesante baio da Lope […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...