Il suicidio del galoppo italiano!

Postato il Aggiornato il

disperazione_2776061Partiamo con una premessa, questo blog ha sempre difeso a spada tratta l’importanza rappresentativa delle associazioni di categoria ippiche, fossero galoppo o trotto. Pressoché sempre abbiamo appoggiato, ritenendole corrette, le rivendicazioni riguardanti un programma che avesse una sua logica, un montepremi che fosse suddiviso secondo criteri di equità e selezione. E, in buona sostanza, abbiamo sostenuto tutte le iniziative volte alla salvezza dell’ippica che le categorie direttamente o per il tramite del CNG (Comitato Nazionale Galoppo), o a suo tempo dell’IHRA (Italian Horse Racing Association), hanno messo in atto.
Per questa ragione oggi siamo rimasti sconcertati nel leggere il verbale dell’incontro tra il CNG e il Dottor Gatto, dirigente MIPAAF addetto all’ippica. Ebbene questo verbale, firmato dal Dottor Masini di UNPCPS per conto di TUTTE le associazioni del galoppo appartenenti al Comitato suddetto, contiene delle idee che fanno accapponare la pelle a ogni ippico che abbia a cuore le sorti del comparto in Italia e che vanno contro a tutto quanto sostenuto negli ultimi anni dalle stesse Associazioni.

Nel verbale del CNG, dopo il preambolo iniziale in cui si ringrazia il Dottor Gatto per la disponibilità all’incontro – vorremo ben vedere il contrario ma lasciamo perdere… – ecconon ci posso credere che iniziano le note dolenti.
Al primo punto toccato, il calendario, il CNG scrive:
“La scelta di non correre il lunedì può essere una strada da percorrere, ma deve essere previsto un periodo sperimentale per verificarne gli effetti”
.
Scusate, egregi Rappresentanti e Presidenti delle Associazioni componenti il CNG, per caso avete allungato le vostre vacanze nei mari tropicali per tutto il periodo di gennaio?
Non vi basta il massacro in termini di minor volume di scommessa (parliamo di una diminuzione totale vicina ai 6 milioni di euro per il solo mese di gennaio) e di minor gettito per l’ippica che questa sciagurata scelta di non correre il lunedì ha già prodotto?
Avete davvero bisogno di un ulteriore periodo di prova? Se a fine febbraio avremo superato i 10 milioni di volume in meno, avrete il quadro abbastanza chiaro e sarete persuasi?
Per favore, diteci che avete scherzato e che ben sapete che questa decisione di non correre il lunedì è una iattura da fermare quanto prima.

La condivisione di idee fallimentari non termina qui. Infatti subito dopo si afferma che:
“La riduzione delle giornate di corse negli ippodromi principali non è praticabile, si può prevedere la riduzione da 7 a 6 corse per giornata”.
tafazziCioè fatemi capire, avete (le Associazioni di categoria) sempre sostenuto che in Italia si corre troppo e che si dovrebbero ridurre le giornate di corsa e oggi invece vi siete convertiti alla tesi degli ippodromi che preferiscono non togliersi giornate ma piuttosto ridurre i convegni di una corsa?
La posizione degli ippodromi è comprensibile, guadagnano in base a quante giornate rimangono aperti e dunque per loro che si facciano 7 corse o 6 oppure 2 tutto sommato è un fatto che può essere messo in secondo piano rispetto al guadagno per giornata che ricevono dalla convenzione/sovvenzione.
Invece non è concepibile questo endorsement da parte delle categorie. Avete sempre detto che occorre ridurre i convegni così da abbassare i costi fissi che l’ente di gestione sopporta per ogni giornata di corse e di colpo cambiate idea?
Tutte le Associazioni (fino a ieri evidentemente) erano  dell’idea che una soluzione utile era quella di fare meno convegni ma con più corse in programma, quindi convegni da 9 o 10 corse, magari anche creando delle giornate ippiche dove si partiva a fine mattina e si continuava a correre nel pomeriggio, insomma il contrario di quanto affermato nel verbale.
Cosa vi ha fatto cambiare repentinamente idea? Siete rimasti folgorati come San Paolo, magari non sulla via di Damasco ma sull’Appia Nuova?
Siamo davvero curiosi di sapere come possiate difendere una scelta, quella di non ridurre i convegni ma di ridurre le corse per convegno, che va palesemente contro ogni tentativo di rilancio del settore, sia in termini economici (maggiori costi a fronte di minori possibilità di ricavo) sia di selezione tecnica (tante giornate vogliono dire pochi partenti per corsa e minor selezione).
Sempre a questo proposito ci farebbe enorme piacere conoscere quali siano le linee guida dello studio sulla redditività delle corse che al capitolo “Montepremi” viene scritto come illustrato e consegnato al Dottor Gatto. Davvero c’è scritto che per migliorare la redditività delle corse bisogna mantenere inalterato il numero dei convegni e basta ridurre di uno il numero delle corse?

Per il resto del verbale (potete leggerlo QUI) le solite generiche richieste di accelerare ipistola e pallottole tempi dei pagamenti alle quali Gatto si guarda bene dal fornire risposte positive. Le solite richieste di tavoli di lavoro, tra i quali spunta la novità di quello sulle Pattern che forse andava istituito prima che i buoi fossero usciti dal recinto, visto che diciamo da anni (almeno noi di DerbyWinner) che questa programmazione non fa altro che affossare la selezione…
Insomma, nessuna novità tranne la condivisione di due scelte fallimentari che accelereranno il suicidio del galoppo tricolore.
Sì, parliamo di suicidio e non di omicidio, perché chi decide di fornire pistola e pallottole al proprio assassino compie un suicidio o quantomeno ne è complice.

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

2 pensieri riguardo “Il suicidio del galoppo italiano!

    ANAC risponde in merito al verbale del CNG « DerbyWinner ha detto:
    2 febbraio 2016 alle 16:18

    […] l’articolo pubblicato venerdì scorso (leggi QUI) sul nostro blog riguardante il verbale dell’incontro tra il dirigente MIPAAF Dottor Gatto e il […]

    Mi piace

    Comunicato del CNG: Ora Basta! « DerbyWinner ha detto:
    8 aprile 2016 alle 10:56

    […] piazze) nelle riunioni infrasettimanali. Verrà sconfessato il verbale del CNG firmato a suo tempo (Leggi QUI), oppure no? Di seguito il comunicato:   […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...