War Dispatch domina a Cagnes e Marco Botti con Grendisar nel Winter Derby

Postato il Aggiornato il

war dispatchIn un tranquillo sabato pomeriggio, senza grossi squilli italiani, sono invece andate in scena ben quattro listed, due a Cagnes Sur Mer e due a Lingfield Park.
In Costa Azzurra, nell’ultimo convegno della riunione, si sono disputate le tradizionali listed, quella per i tre anni sul doppio chilometro in sintetico, il Prix Policeman, e quella per gli anziani sui 2500 metri in erba, il Conseil General des Alpes Maritimes, valida come prima tappa del Defi Du Galop.
Tra i più giovani si è imposto nettamente il favoritissimo della vigilia, l’ottimo War Dispatch (War Front), un grigio di Joseph Allen presentato da Jean Claude Rouget che ha disposto dei coetanei con un micidiale spunto conclusivo che gli è valso il successo per due lunghezze ai danni del controfavorito Djoko (Air Chief Marshal) e del leader Montalbano (Monsieur Bond).
Lo splendido vincitore, che ha aggiornato il suo ruolino di marcia a cinque vittorie in sei uscite, ha pure l’iscrizione al Kentucky Derby ma molto probabilmente lo rivedremo in Francia, magari in una delle provesolojorie preparatorie al Prix du Jockey Club.
Esito invece a sorpresa tra i fondisti con il successo di misura della quattro anni Solojorie (Solon), la baia di Parize che ha beneficiato di una monta impeccabile da parte di Fabrice Veron. Su un terreno quasi impraticabile viste le abbondanti precipitazioni, Solojorie ha anticipato la progressione all’ingresso in retta, staccandosi in lotta con l’atteso Golden Wood (Gold Away), il sauro di Rossi che aveva risolto in bello stile la condizionata di preparazione sul tracciato. Al terzo ha chiuso un encomiabile Sant’Alberto (Colossus), l’homebred italiano agli ordini di Fabrice Chappet che ha confermato di nuovo le sue grandi doti di stamina, togliendo il terzo all’ottimo Garlinngari (Linngari), l’allievo di Corinne Barande-Barbe che ha preceduto il favoritissimo Narrow Hill (Tiger Hill), il pupillo di Sogorb alla ricomparsa dal terzo nel Prix du Royal-Oak.
Attraversando la manica, sull’all weather di Lingfield, andava in scena l’atteso Winter Derby Trial, riuscitissima listed sul doppio chilometro riservata ad ottimi anziani. A risolverla, con un unico spunto risolutore, è stato marcobotti2l’allievo di Marco Botti Grendisar (Invincible Spirit), letteralmente volante sul sintetico dove ha conquistato ben tre listed in meno di tre mesi.
Ben servito dal ritmo imposto in avanti dal Godolphin Maverick Wave (Elusive Quality), Grendisar è scattato con altro piglio in retta, sorvolando in due tempi di galoppo il calante leader, l’atteso Grandeur (Verglas), per respingere di una corta testa fin sul palo con enorme grinta l’affondo interno della femmina Lamar (Cape Cross), la cresciutissima allieva di James Tate che rimaneva su due successi consecutivi in contesti minori. Al terzo a circa una lunghezza è terminato il rientrante di Gosden Cloudscape (Dansili), in coppia con il nostro Andrea Atzeni, mentre soltanto quarto il favorito e campione in carica Grandeur, pure un po’ sacrificato dal vincitore nel momento dell’allungo.
L’altra listed invece, riservata ai velocisti, ha sorriso al campione in carica Rivellino (Invincible Spirit), l’allievo di Burke al rientro dal nulla di fatto nelle Hackwood dello scorso luglio a Newbury. Tornato sull’amato all weather di Lingfield, il cinque anni, ben montato da Danny Tudhope, ha risolto per una testa ai danni di Glen Moss (Moss Vale), con Hallelujah (Avonbridge) al terzo.
In giornata da segnalare il ritorno al successo di Mr RyanAir Moore, subito a bersaglio in apertura con una delle sue energiche monte, in coppia con Nigel’s Destiny (Giant’s Causeway), l’allievo di Noseda a segno di misura in un handicap sul chilometro. Sempre sulla breve non poteva mancare la perla di Andrea Atzeni, prestigiatore in sella a Brother Tiger (Singspiel), a bersaglio in uno straordinario coast to coast con il jockey sardo autore di una difesa strenua fin sul palo utile a respingere l’affondo di Searchlight.

Edoardo Borsacchi@Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...