Deauville – Morny, Romanet e Frankie…

Postato il Aggiornato il

the wow signalLa splendida domenica dell’ippodromo di Deauville sulla costa normanna entrava subito nel vivo con una ricchissima prova (125.000 euro di dotazione complessiva), il Criterium du Fonds Européen de l’Elevage una prova riservata agli stalloni iscritti al Fondo Europeo per l’Allevamento, che vedeva la supremazia di Medley Chic, allenamento di Freddy Head e monta di Ioritz Mendizabal, figlio di Medicean, che aveva la meglio per una lunghezza abbondante su Faithful Creek con in sella Frankie Dettori.
Subito dopo un handicap da 60.000 riportato da Caointiorn, aveva luogo il primo Gruppo di giornata e la corsa più rilevante del convegno, il Darley Prix Morny, Gruppo 1 sui 1200 metri, 350.000 euro di montepremi, per cavalli maschi e femmine di due anni, dove il favorito risultava essere Hootenanny, l’americano di Ward figlio di Quality road, con una quota di tre e spiccioli,  mentre la vincitrice del Cabourg, l’Aga Khan Ervedya, era la contro favorita a tre e mezzo. Era una corsa davvero aperta tra i nove partenti perché anche altri due soggetti The Wow Signal e Ride Like The Wind erano molto giocati, soprattutto il primo, con il francese Goken un filo dietro che chiudeva a dieci. All’apertura delle gabbie il gruppo rimaneva molto compatto con The Wow Signal, colori Al Shaqab Racing, e Hootenanny, colori Coolmore che guidavano il plotone. Ai duecento finali i due si involavano a centro pista, con Hootenanny che chiudeva la porta in faccia a Ervedya, costretta a cercare un’altra strada sfilando all’interno ma perdendo probabilmente quella lunghezza che risulterà alla fine decisiva. Nell’ultimo furlong era il maschio di Frankie Dettori, The Wow Signal, ad avere la meglio sull’americano Hootenanny anche se solo per una mezza lunghezza, con terza appunto la femmina dell’Aga Khan ceh comunque rientrava parzialmente ai primi due. Al quarto Goken anche se senza lottare davvero la corsa. (Video QUI)
Per l’inglese, figlio di Starspangledbanner, una vittoria davvero prestigiosa dopo l’affermazione nelle Coventry di Ascot e la continuazione di una carriera perfetta giunta alla terza vittoria. Per Frankieribbons l’ennesima affermazione di Gruppo 1 di una carriera semplicemente fantastica.
Siccome il nostro fantino fa sempre le cose in grande ecco che nel successivo Prix Jean Romanet, Gruppo 1 per femmine di quattro anni e oltre sul doppio chilometro, in sella alla quattro anni Ribbons, figlia di Manduro, ha concesso il bis! Rimasto in mezzo al gruppo, dopo il passaggio ai trecento finali ha iniziato a richiedere a centro pista lo sforzo conclusivo alla sua beniamina, venendo ripagato da uno scatto imperioso che ha volato via gli avversari e nell’ultimo cento si è permesso di incrementare il suo vantaggio sulla seconda arrivata Princess Loulou. Al terzo Secret Gesture e solo quarta la favorita Narniyn dell’Aga Khan. (Video QUI)
La femmina allenata da James Fanshawe arrivava a questa corsa dopo un secondo in handicap e alcune piazze a livello di Listed, quindi questa vittoria è davvero stupefacente. Da sottolineare che Ribbons aveva chiuso a ventisei al PMU, quindi Chapeau Monsieur Dettori.
protectionist1Senza un attimo di pausa eccoci al terzo Gruppo di giornata, il Kergorlay di livello 2 sui 3.000 metri per tre anni e oltre. Purtroppo Frankie non ha fatto il tris, ma solo perché non era stato ingaggiato. Campo molto scarno, solo quattro i partenti, e vittoria di Pedroza su Protectionist, il tedesco allenato da Whöler favorito del lotto. Il figlio di Monsun (non ci stancheremo mai di onorare questo fantastico stallone) ha avuto la meglio su Fly With Me, allievo di Libaud e unico francese tra i quattro, infatti i restanti erano tutti tedeschi. Corsa che si anima ai trecento finali con i due suddetti che ingaggiano un duello dal quale esce però vincitore il tedesco che ai cento finali si stacca e va a vincere di una lunghezza e mezza. (Video QUI)
Protectionist ennesimo prodotto d’oltre Reno che vince sulle piste francesi all’ultima aveva vinto l’Hansa Preis a fine giugno ad Amburgo, davanti a quel Sirius che abbiamo raccontato vincere a Monaco in Gruppo 1 poche settimane fa, una linea quindi valida e tosta per trionfare sulla lunga distanza qui a Deauville. Siamo giunti al termine del racconto dei principali Gruppi di questa giornata a Deauville, un saluto e un arrivederci ai nostri amici lettori.

Antonio Viani@AntonioViani75

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...