Il nuovo Consiglio ANAC ci risponde.

Postato il

mare and foal2ANAC risponde all’articolo di presentazione del nuovo Consiglio dell’Associazione Allevatori Nazionale e dove ponevo alcune pressanti questioni sui problemi del settore.

Ricevo dalla segreteria ANAC una lettera del neo eletto Consiglio in risposta al mio articolo di sabato (leggi QUI), dove ponevo una serie di domande al nuovo gruppo dirigente, molto volentieri pubblico la loro risposta qui di seguito.
Per consentire ai lettori di poter fruire di una lettura omogenea, ogni mia considerazione in merito la riporto in calce alla lettera.
Ecco il testo:

Alla luce dell’articolo da Lei pubblicato relativamente alle elezioni ANAC, il Consiglio neo eletto ritiene opportuno intervenire per precisare alcuni aspetti trattati.
Il settore allevamento galoppo ha lavorato in silenzio e serietà con l’importante obiettivo di rafforzare la rappresentanza dei nostri iscritti riunificando nell’ANAC tutti gli allevatori italiani di galoppo, unendo e non dividendo con programmi elettorali alternativi e conflittuali.
Troviamo davvero singolare come ha affrontato il tema delle candidature e dei programmi elettorali, infatti al contrario del trotto dove erano presenti più liste e una campagna elettorale alla ricerca di consensi per poter essere eletti, nel galoppo questo non è avvenuto.
Infatti molto semplicemente una parte minima dei consiglieri uscenti (6 su 11) hanno dato la Loro disponibilità per ricandidarsi nel nuovo Consiglio, ma senza nessuna lotta per le “poltrone” ben coscienti delle difficoltà del momento e del lavoro da fare che richiederàlogo Anac molto impegno e dedizione.
A questi 6 candidati si sono aggiunti il Dr. Stefano Luciani, che porta finalmente alla riunificazione degli allevatori e la Sig.ra Giovanna Romano professionista e allevatrice molto impegnata nel settore.
Se questa tanto auspicata riunificazione è avvenuta, evidentemente da parte del Consiglio uscente e del suo Presidente è stato fatto un importante lavoro insieme al Dr. Stefano Luciani che ha consentito di arrivare a questo risultato che non era assolutamente scontato.
Le possiamo assicurare che la riunificazione delle Associazioni cosi come l’aumento del premio aggiunto dal 50% al 60% sono stati discussi nel primo consiglio del precedente mandato poiché facevano parte del programma e fortunatamente sono stati raggiunti.
Vogliamo pertanto precisare il fatto che sarà cura del nuovo Consiglio, una volta espletate le formalità delle cariche, che avverrà in un clima di serenità condivisa e senza personalismi, valutare i programmi, le persone e gli argomenti più impellenti da affrontare nell’interesse collettivo.
Relativamente a tutti gli altri temi trattati ci sentiamo solo di dire che il consiglio dell’ANAC dovrà per prima cosa occuparsi dei problemi relativi all’allevamento – colonna portante di tutto il settore – e dopo sicuramente dare il proprio contributo insieme alle altre associazioni alla risoluzione delle tante criticità presenti sul tavolo e ad un CNG che speriamo riuscirà a trovare una sua dimensione.
Relativamente al CNG infatti i componenti del Consiglio, precedente e attuale “tutti”, auspicano con fiducia la nascita di un CNG capace di affrontare i problemi e di cercare di risolverli, perché se dovesse essere solo la creazione di un ulteriore organismo privo di forza e di efficacia non sarebbe utile.
Speriamo anche noi di poterci confrontare e dibattere con tutti i nostri Soci e magari trovare nuove idee da portare avanti; l’ultima assemblea sarebbe stata il luogo preposto per discutere delle tematiche, dare consigli e critiche costruttive ma evidentemente Lei ha deciso di farlo attraverso il suo sito, noi ne prendiamo atto rimanendo aperti al confronto.
F.to ANAC Il Consiglio Direttivo eletto dall’Assemblea dei Soci ANAC del 6 Maggio 2017

Caiani Giovanni
Cava Cesare
Luciani Stefano
Parri Massimo
Romano Giovanna
Soccini Gianpiero
Turri Francesca

logo derbywinnerInnanzitutto un grazie sentito perché ogni risposta, condivisibile o no, è segno di rispetto per gli appassionati ippici.
Proprio riguardo al silenzio, di cui parlate all’inizio della vostra, ritengo sia stata proprio questa maldestra strategia una delle principali ragioni che ci ha portato allo sfascio ippico attuale.
Comunicare, discutere, proporre è cosa positiva. Avessimo parlato in passato forse non saremmo messi così male oggi.
Fare molto rumore, non per nulla come diceva il grande Shakespeare, ma per spiegare il punto di vista degli allevatori è un bene e un obbligo, in un mondo dove se non comunichi il tuo pensiero è come se questo non esistesse.

Leggo che non avete voluto proporre programmi e liste alternative.
Concordo, infatti per “evitare rischi simili” proprio non avete proposto alcun programma, nemmeno uno e nemmeno qualche idea di fondo che potesse aiutare i soci nella decisione tra i vari candidati.
Un filo estrema come scelta, non credete?
Non penso che i soci si sarebbero offesi di sentire da voi candidati quali soluzioni ritenevate migliori per la salvezza del nostro sport.
Tranne che in qualche repubblica delle banane, ogni candidato in democrazia si presenta alle elezioni (e quella di ANAC sono certo fosse una elezione a tutti gli effetti) dicendo prima cosa vorrà fare se eletto e cercando i voti in base al suo programma. È consuetudine accettata da tutti nelle attuali forme di governo occidentali, singolare vero?
Mi meraviglia che voi stigmatizziate simili comportamenti, perché questo è il sale della democrazia, inoltre è indice di trasparenza.
Non avete però ribattuto sulla scelta, quella sì parecchio singolare, di rendere pubblici i nomi dei candidati solo 4 (ripeto quattro!) giorni prima della data delle elezioni. Scelta forse subordinata alla “famosa” strategia del lavorare in silenzio?
Come ho scritto nel mio pezzo di sabato scorso: sarebbe bastato mettere la dead line delle candidature 5-6 settimane fa e si sarebbero potuti organizzare almeno un paio di incontri tra Roma e Milano. Una inutile perdita di tempo a vostro avviso o un importante esercizio di democrazia?

Quanto alla riunificazione tra ANAC e ANAP è una scelta che applaudo, infatti me ne sono felicitato pubblicamente nel mio articolo (Stefano che ha compiuto una scelta a mio parere molto positiva per il futuro degli allevatori) e non ho problemi a bissare i complimenti.
Anzi aggiungo che proprio durante la pausa di un workshop pubblico presso il Centro Equino Arcadia di proprietà del Consigliere ANAC Giovanna Romano (grazie ancora Giovanna per la splendida ospitalità) dissi alla Presidente uscente Bezzera che ritenevo una perdita non più tollerabile per gli allevatori tale divisione.
Così come la questione del Premio Aggiunto della quale, anche qui, mi sono rallegrato pubblicamente nel mio pezzo, ho solo aggiunto che tale beneficio, inserito in una programmazione pessima come quella odierna, perde molta della sua efficacia.
Il nuovo Consiglio è d’accordo o no? Purtroppo gli allevatori non lo sanno, perché nessuno dei candidati ha avuto la bontà di parlare, prima, di idee e strategie.

Continuando, trovo preoccupante (per l’ippica) che non abbiate ancora parlato tra voi, come affermate nella vostra lettera, di programmi e strategie.
Forse era davvero il caso di farlo, perché i problemi sono enormi e soprattutto non aspettano che voi vi riuniate per dispiegare i loro pessimi effetti.
Il cielo non voglia poi che tra voi eletti ci siano una o più persone che la pensano in maniera radicalmente diversa, ci manca solo che gli allevatori che vi hanno votato, a scatola chiusa, debbano pure aspettare che vi mettiate d’accordo tra di voi.
Che poi scriviate che il nuovo Consiglio debba occuparsi dei problemi relativi all’allevamento, non solo è pleonastico, ma è pure un poco irrispettoso nei confronti dei lettori di DerbyWinner.

Di cosa altro dovrebbe occuparsi l’Associazione Allevatori se non dei problemi degli allevatori?
Il problema è tutt’altro e riguarda quali a vostro parere sono i problemi.
Le aste sono un problema per voi o invece non bisogna cambiare nulla? Vi ricordo che saranno a metà settembre, cioè tra 5 mesi, credete sia troppo presto per occuparsene?
La programmazione ritenete sia argomento non riguardante gli allevatori o visto che i puledri nati andranno a competere in un sistema che fa acqua, sia un tema “da allevatori”?
La gestione della questione Comitato Pattern è pertinente per voi oppure gli allevatori possono fregarsene se il nostro percorso selettivo va in malora?
Quanto al CNG, sommessamente vi rammento che esiste e lavora da oltre un paio d’anni (anzi alcuni di voi hanno pure partecipate ad alcune sue riunioni) e parlarne come se fosse solo un progetto e non una entità reale, per quanto non ancora definita statutariamente, mi pare mistificare la realtà.
La mia domanda su di esso era legata a quanto fatto fino a oggi dal CNG e certamente il suo operato lo si può ben valutare.
Quindi anche qui ripeto: cosa ne pensa il nuovo Consiglio di questo CNG?

Infine, perdonatemi, ma fate parecchia confusione tra Assemblea e Conferenza Stampa.
Nella prima di regola parlano i soci e solo loro, nella seconda possono parlare chiedendo spiegazioni i giornalisti o i blogger quale io sono.
In base a quale diritto potevo intervenire nella Assemblea di ANAC se non ne sono socio?
Ci mancava solo che io, privo di alcun diritto effettivo di parola, potessi intervenire e poi davvero saremmo arrivati arrivati a battere il record mondiale per l’elezione più singolare del mondo.
Ma non solo, essendo presente mio padre, Alessandro Viani, unico titolare dell’allevamento, era per me impossibile parlare neppure con una delega che come ben sapete si dà a terzi se il titolare è impossibilitato a partecipare.
Dunque era palese che io fossi lì nella sola veste di blogger, mio padre poi non dovrebbe essere un socio a voi sconosciuto, visto che lo avete eletto probiviro nella stessa Assemblea.
Quando vorrete spiegare pubblicamente quali sono i programmi che si prefigge il neo eletto Consiglio ANAC, sarò in prima fila ad ascoltare e a sollecitare risposte che io e qualsiasi appassionato ippico riteniamo vitali per il settore.
Il vostro avversario non è chi fa domande ma chi vi assicura, con il sorriso, che tutto va bene e state facendo un ottimo lavoro quando, forse, così non è.

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

2 pensieri riguardo “Il nuovo Consiglio ANAC ci risponde.

    alessandroviani@yahoo.com ha detto:
    8 maggio 2017 alle 20:32

    Perfetto i tuoi articoli sono sempre ottimi centrano il cuore dei problemi.un bacio dal Tuo papàInviato dal mio dispositivo Huawei

    Mi piace

    Benedetto Di Giulio ha detto:
    9 maggio 2017 alle 9:46

    Quando il Dr. Viani parla di elezioni a scatola chiusa, sfonda invece una porta aperta. Altre Associazioni mi sembra si siano regolate nello stesso modo secondo me poco democratico. Ovvero votate per qualcuno ma questo qualcuno non ha proposto che cosa votare, intendo progetti e programmi. Nella risposta era poi contenuto un concetto che sostiene che sei su undici sono la “minima” parte, anche questo la dice lunga sul come si intende la rappresentanza. Un accenno poi al Dr. Stefano Luciani, quasi osannato per l’occasione: che cosa c’entra l’attività e la presenza del Dr. Luciani in una televisione pubblica? Non vi sembra un evidente conflitto di interesse con l’attività della Associazione? Infine, l’auspicio del Dr. Viani per una maggiore informazione a beneficio degli ippici tutti non vi sembra una normale questione di buon senso?
    Circa il fantomatico CNG, quale appeal può avere se si costituisce con le metodologie della Carboneria? Può solo rimanere confinato nell’anonimato e condannato a non essere rappresentativo, visto che in giro mi pare che pochi siano a conoscenza della sua esistenza.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...