Dee Dee D’Or vince il Filiberto e si proietta verso il Derby, Mickai trionfa nell’Arno!

Postato il Aggiornato il

dee dee d'or filiberto 2016Dopo la disputa delle due prime Classiche, Parioli e Regina Elena, il lunedì festivo ci portava in dote a San Siro il Filiberto, primo trial con neretto per gli aspiranti al Nastro Azzurro e a Firenze la storica Corsa dell’Arno.

Nella prova milanese sul doppio chilometro erano solo sei i tre anni al via. Un campo partenti non certo numeroso, purtroppo è oramai una costante delle nostre corse, ma abbastanza qualitativo con almeno un terzetto in grado di lottare la corsa.

Il favorito risultava alla fine essere il Dioscuri Full Drago (Pounced) vincitore del San Giuseppe, davanti a Biz Heart, a una quota di due e mezzo e controfavorito vicino (tre e trenta) Dee Dee D’Or (Zebedee) il grigio portacolori della famiglia Crecco che arrivava dalla vittoria nel Donatello. Dietro erano il Marcialis della Fert Way To Paris (Champs Elysees) e gli Effevi Magic Mystery (Pour Moi), alla seconda dopo il debutto vincente in maiden, e Peut Etre Ici (Holy Roman Emperor) tutti attorno al quattro. Sopra il sei Relco Galaxy (Rail Link).

All’apertura delle gabbie era Relco Galaxy che velocemente prendeva il comando con al suo fianco Full Drago e dietro tutti gli altri.
In curva il Dioscuri Full Drago si portava in avanti su Relco iniziando la sua lunga progressione che lo portava ad attaccare il battistrada in retta dopo l’intersezione delle piste mentre al suo esterno progredivano minacciosi Way To Paris e al suo esterno Dee Dee D’Or.

Proprio quest’ultimo era il più deciso nella sua azione e in poche folate superava i rivali ai 200 finali andando a imporsi in pieno slancio davanti a Full Drago che dopo un attimo di titubanza si riprendeva superando Relco e finendo secondo ben davanti a Magic Mistery che nel finale aveva la meglio su Way To Paris. Solo quinto undee dee d'or filiberto 2016 (2) grintoso Relco Galaxy che ha sofferto nel finale il suo ruolo garibaldino avuto sin dal via (VIDEO QUI).

Ottima impressione destata dal vincitore Dee Dee D’Or che, ripetiamo, era solo alla seconda prova della carriera ed ha già mostrato una progressione molto interessante e una ottima duttilità, grazie anche alla sapiente regia di Carletto Fiocchi in sella. Adesso diretti al Derby e attenzione che spesse volte sono proprio i cavalli più freschi e che hanno debuttato a tre anni ad avere maggiori chances di imporsi.

Nulla da fare per il Pounced Full Drago che si è un poco fermato nell’azione quando doveva superare Relco e questo gli è costato almeno una lunghezza, ma ci pare che contro questo Dee Dee D’Or ci fosse poca trippa comunque. Bello il finale di Magic Mystery da centro pista, cavallo ancora un po’ verde e ci sta visto che Mulas l’ha dovuto richiamare nel finale a un maggiore impegno, ma anche per lui vale il discorso fatto per Full, cioè che oggi ha perso da uno più forte.

Piccola nota, i primi tre sono tutti allenati da Stefano e Alduino Botti, non è un caso né qualcosa di cui incolpare gli dei, ma solo l’indice di una capacità di scegliere e preparare i propri allievi che non ha eguali in Italia.

corsa dell'arno2A Firenze invece andava in scena la Storia – la s maiuscola è voluta – con la disputa della 189° Corsa dell’Arno handicap Listed sui 2200. In uno scenario che riempie il cuore, con tante persone sugli spalti e dieci protagonisti in pista, a scrivere il suo nome nell’albo d’oro della “nonna” delle corse è stato il peso massimo Mickai (Mujahid) per i colori della Dioscuri che si è presentato in retta finale al largo per andare a prendere il battistrada Firun (High Chaparral) e involarsi verso la vittoria con in sella Walter Gambarota.

Al secondo concludeva a una lunghezza Bharuch (Footstepsinthesand) che stampava sul palo Palazzo Pitti (Strategic Prince) (VIDEO QUI).

Dopo il terzo in corsa lo scorso anno e il medesimo risultato nel Regione Toscana di quest’anno arriva la vittoria di prestigio per questo figlio di Mujahid che ha superato una serie di inciampi che ne hanno certamente limitato la carriera. Curiosità vuole che gli ultimi tre vincitori dell’Arno, nel 2014 e 2015 doppietta di Demeteor quest’anno quinto, sono tutti figli di Mujahid, davvero un feeling speciale per i figli del nostro Champion Sire con la Corsa dell’Arno e l’ennesima dimostrazione di qualità dei nostri riproduttori.

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...