Tattersalls Breeding Stock Sale: dati in ribasso ma asta ottima, possibile?

Postato il Aggiornato il

Tattersalls_UKUltima asta Tattersalls dell’anno riservata alle fillies, in o out of training, e alle fattrici. Da lunedì a giovedì sono passate ben 882 (891 nel 2013) sotto il martello del banditore su 1096 lotti iscritti (1.118), con un quantità di venduti pari a 685 (721), per una percentuale del 77,6% sui presenti. Il fatturato totale segna 48,290,695 ghinee inferiore a quello dello scorso anno, quasi 63milioni di ghinee, soprattutto a causa del minor numero di lotti e di una qualità media meno pregiata delle cavalle presenti. Infatti il prezzo medio si è attestato a 70,497, meno 19% rispetto allo scorso anno. Il mediano è arrivato a 26,000 con un decremento dall’anno precedente di oltre il 7%.
Sembrerebbe un’asta negativa visto i valori sopra citati, invece crediamo proprio il contrario.
Innanzi tutto perché l’asta 2013 è stata una sorta di cometa di Halley che ha stravolto completamente tutti i valori, infatti se togliamo il 2013 e prendiamo a paragone tutti le altre aste dal 2000 vediamo che solo nel 2006 si è fatto meglio di quest’anno e quindi è quasi obbligatorio rilevare che quest’anno, pur in presenza di un offerta meno blasonata dello scorso anno, i valori siano molto positivi.
Inoltre quest’asta particolare che si rivolge maggiormente agli allevatori che cercano nuove linee di sangue, ha confermato che ormai il mercato va considerato globale e le buone femmine o mamme fanno gola a tutti, infatti ci sono stati acquisti da parte di tutti i proprietari mondiali, e soprattutto ha anche ribadito che questo settore nevralgico e basilare nel mondo dell’ippica gode di buona salute all’estero, anzi è ottimista sul futuro, insomma ci spiace rimarcare per l’ennesima volta che va bene dappertutto tranne che da noi.
Lasciamo però da parte le sofferenze italiche per concentrarci su quest’asta e notiamo che pur in presenza, come dettojust the judge top price tatt dec breeding stock prima, di un catalogo molto meno “ricco” in termini di grandi nomi e qualità rispetto a quello del 2013 – ricordiamo che sono passate in quell’asta regine quali: Immortal Verse, Dancing Rain, Dream Peace, Roshdu Queen, Purr Along fino all’ex italiana Fiesolana – alla fine il top price non è andato molto lontano da quello dello scorso anno (4,7milioni per Immortal Verse) ed è stato raggiunto alla seconda giornata. Se ci avete seguito via facebook saprete anche chi è, l’ottima Just The Judge, da Lawman e Faraday Light, vincitrice delle 1.000 ghinee irlandesi al Curragh e anche delle E.P. Taylor Stakes a Woodbine. La cavalla era presentata dalla Tweenhills Farm ed è stata acquistata dal Qatar Racing, dello Sheikh Fahad Al Thani, che già ne deteneva una grossa fetta (75%) assieme alla famiglia Sangster, e dal China Horse Club dell’imprenditore asiatico Teo Ah Khing (in Italia conosciuto per la Cumani winner Ming Zhi Cosmos).
La minor qualità offerta si nota soprattutto dal  fatto che tra la top price e la seconda vendita più elevata ci siano addirittura 2,700,000 ghinee di differenza, un vero abisso, con Ladys First che ha chiamato 1,800,000 ghinee da Hugo Lascelles. In generale se nel 2013 le cavalle sopra il milione erano state cinque, di cui due sopra i quattro e due sopra i due milioni, quest’anno siamo scesi a tre aggiungendo a quelle già riportate la Galileo Long View che è passata di mano per 1,1milioni, sempre a Hugo Lascelles. Da rilevare che è stata ricomprata Eden’s Causeway alla bella cifra di 1,2milioni.
Tra i grandi acquirenti ovviamente al comando il duo Qatar Racing e China Horse Club, che con l’unico acquisto hanno staccato gli sfidanti. Interessante notare che David Redvers, racing manager del Qatar Racing, ha subito affermato che Just The Judge rimarrà in allenamento anche il prossimo anno e che è molto felice della nuova partnership, che vede i cinesi sempre più protagonisti nel nostro sport. Al secondo posto della classifica Hugo Lascelles con quattro acquisti per un totale di 3,370,000 ghinee.
Tra i consignor primo posto per Tweenhills che oltre alla top price ha venduto altri 18 lotti per oltre cinque milioni e al secondo Juddmonte con 52 lotti venduti per oltre tre milioni e mezzo.
Tra gli acquirenti italiani abbiamo scovato Alberto Panetta con un accquisto a 14mila ghinee per Hey You, femmina da Whipper. Per Federico Barberini quattro acquisti tra cui la fattrice Khione (Dalakhani) listed winner e gravida di Exceed and Excel acquistata per 250mila ghinee. A meno di altri acquisti effettuati da agenti stranieri o tramite allevamenti esteri non ci pare di trovare altri acquisti italiani, ovviamente saremo felici di pubblicare eventuali acquisti che ci siano sfuggiti.
Si ringrazia il sito Tattersalls per le foto. 

Antonio Viani@AntonioViani75

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...