Newmarket: British Future Champions Day

Postato il Aggiornato il

newmarket future champions dayDomani va in scena sul Rowley Mile di Newmarket lo stellare convegno riservato ai puledri, il British Future Champions Day, che avranno a disposizione ben tre Gruppi 1 e un Gruppo 3.
Molto atteso Richard Hannon, il trainer di Marlborough che schiererà due pedine potenzialmente classiche come l’imbattuto Ivawood ed il potente Estidhkaar. Il primo, un imponente Zebedee, dopo l’esordio scintillante di Sandown si è confermato nelle July e nelle Richmond, diventando con largo anticipo leader nell’antepost per le 2000 Ghinee 2015. La sua candidatura chiederà una conferma domani sui 1200 metri delle Middle Park Stakes contro avversari che non sembrano poterlo insidiare. Il più pericoloso sarà l’irlandese Cappella Sansevero, lo Showcasing della Qatar Racing che ha regalato la prima pattern Irish al nostro Andrea Atzeni due settimane fa nelle Round Tower. Il solido baio di Ger Lyons vanta anche ilivawood posto d’onore nelle Coventry e il terzo nelle Phoenix.
Sempre per Richard Hannon scende in pista l’esperto Kool Kompany, il Jeremy che aveva mostrato precocità e forza conquistando Railway e Papin. Dopo il posto d’onore nelle Phoenix il baio ricompare da una brutta prestazione a York in una ricca condizionata. In cerca di gloria anche il passista di Johnston Jungle Cat (Iffraaj), chiuso ampiamente da Ivawood che l’ha asfaltato sia nelle July sia nelle Richmond, reduce dal posto d’onore nelle Gimrack e dal quinto nelle Mill Reef. L’avversario più fresco per il grande favorito Ivawood sarà Muhaarar (Oasis Dream), l’allievo di Charles Hills portacolori di Sheikh Hamdan che dopo aver perso nettamente dal pupillo di Hannon nelle July ha prima conquistato un terzo posto in una listed di Ascot e poi conquistato di misura le Gimrack di York ai danni proprio di Jungle Cat.
Tenta il triplo salto di categoria il Godolphin (grandissima forma di scuderia per il Blues) Charming Thought, un Oasis Dream di Charlie Appleby che dopo il posto d’onore all’esordio a Nottingham ha infilato due successi consecutivi a Lingfield e Leicester.
Strano invece come la sorpresa del campo sia un allievo di Aidan O’Brien (quattro volte a segno nelle Middle Park con Minardi, Johannesburg, Ad Valorem e Crusade), tale The Warrior, ancora maiden in carriera dopo tre uscite con un posto d’onore al debutto in una maiden di Cork come miglior risultato.
Leger 4Le Dewhurst in passato hanno lanciato molto spesso i vincitori verso l’alloro classico delle 200 Ghinee, basti pensare a Rock Of Gibraltar, Frankel e Dawn Approach per restare negli ultimi anni. Sheikh Hamdan Al Maktoum, a segno per l’ultima volta con Mujahid nel 1998, ha una ghiotta chance con il promettente Estidhkaar (Dark Angel), un allievo di Richard Hannon che dopo il posto d’onore al debutto non ha più sbagliato un colpo, conquistando in serie una maiden a Newbury, le Superlative e le Champagne di Doncaster.
In opposizione al favorito merita grande rispetto il Godolphin Maftool, un interessante Hard Spun supplementato da Saeed Bin Suroor dopo la straripante affermazione sul tracciato nelle Somerville. Logiche chances anche per l’altro vincitore di pattern Dutch Connection (Dutch Art), il sauro di Hills a bersaglio nelle Acomb e poi ottimo terzo nelle National di Gleneagles, una linea rafforzata dalla vittoria nel Lagardere (poi scippata ingiustamente dai commissari) del pupillo del Coolmore.
Belardo (Lope de Vega), quarto nelle Champagne, è chiuso da Estidhkaar, mentre Kodi Bear (Kodiac), Secret Brief (Shamardal) e la pedina di O’Brien Smuggler’s Cove (Fastnet Rock), faranno da sorprese.
Nel Fillies Mile sul miglio binocoli puntati sullo scontro irlandese tra la Godolphin di Bolger Lucida (Shamardal), runner up delle Moyglare poi a segno nelle Rockfel, e la vincitrice delle May Hill Agnes Stewart, la grintosa baia di Edward Lynam che finora in carriera ha perso soltanto dalla connazionale Jack Naylor, terza nel Boussac.
Hannon tenta con Marsh Hawk (Invincible Spirit), uscita sconfitta soltanto in un Gruppo 3 a Salisbury, mentre O’Brien getta nella mischia la pericolosa Together Forever, una Galileo che ha trovato sulla sua strada la compagna Found e la già citata Jack Naylor prima di vincere una maiden ednewmarket_logo-resized una listed al Curragh.
Per Godolphin ci provano anche le inesperte ma stimate Winters Moon (New Approach) e Good Place (Street Cry), entrambe di Saeed Bin Suroor, mentre Forte (New Approach) per Ralph Beckett tenta il salto di categoria dopo la vittoria in maiden a Kempton.
Tra i dodici puledri al via nelle Cornwallis di Gruppo 3 sul chilometro spicca invece Strath Burn (Equiano), ottimo secondo nel Papin e quarto all’ultima uscita nelle Mill Reef: l’allievo di Charles Hills con i colori della Qatar Racing ha la ghiotta occasione di cogliere il primo successo in una pattern.
Nello splendido pomeriggio di Newmarket anche le Challenge e le Darley ma l’interesse è tutto per i puledri: sogni e speranze per il futuro classico in questo Future Champions Day, alla caccia di un campione! Ivawood, Estidhkaar e Lucida…giù la maschera.

Edoardo Borsacchi@Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...