Sorpresa De Gheest

Postato il Aggiornato il

hippodrome deauvilleDe Gheest con sorpresa. Vi avevamo scritto (Leggi QUI) che la corsa principale della riunione domenicale all’ippodromo di Deauville, il Maurice De Gheest di Gruppo 1 sui 1300 metri, era una corsa apertissima, inoltre vi avevamo accennato alle condizioni del terreno come possibile fattore negli esiti finali e così è stato. A spuntarla un grintoso Garswood, giocato a tredici in Francia, che ha gradito il terreno molto soffice e anzi tendente al colloso. Bisogna ricordare che l’allievo di Richard Fahey aveva mostrato i suoi migliori argomenti proprio con un terreno simile a Newmarket.
La corsa perdeva all’inizio una dei suoi probabili favoriti, Aljamaaheer che veniva ritirato, così facendo il betting francese si orientava sull’allieva di Head Thawaany che veniva giocata a poco meno di cinque, secondo favorito, poco sopra, Gregorian e poi sopra il sette si giocava Vorda.
All’uscita dalle gabbie la testa veniva presa da Fiesolana insieme a Sommerabend, con Garswood agarswood1 centro pista in posizione coperta e con la destra libera, ottima scelta da parte di Gérald Mossé tenere acquattato in posizione di sparo il suo soggetto soprattutto perché avendo preso la scia della favorita Thawaany poteva cercare di seguirne la strategia. Ai trecento finali la gara entrava nel vivo con Fiesolana che veniva richiesta allo sprint finale così come Thawaany che scendeva verso la corda per piazzare l’ultimo colpo di reni. Però, dalla sua posizione coperta, Garswood usciva prepotentemente con un finale a velocità superiore, riuscendo ad avere la meglio sulla femmina di Head per una mezza lunghezza e terza giungeva Fiesolana che batteva di una testa Zejel. (Video QUI)
Per il vincitore una bellissima affermazione, la prima in Gruppo 1, che come ha riconosciuto il suo trainer può essere stata facilitata dal terreno soffice.
I programmi futuri potrebbero includere il meeting dell’Arc con un altro tentativo nel Prix de la Fôret, dove è giunto terzo lo scorso anno oppure una puntata ad Haydock per la Sprint Cup. Sul valore gatewood1generale di questo gruppo avremmo qualcosa da questionare però concordiamo con l’opinione generale che lo stato del terreno abbia influito molto.
In giornata si correva anche il Prix de Reux, Gruppo 3 sui 2500, dove ha prevalso, manco a dirlo, l’allievo di John Gosden, Gatewood. Questa volta ci avevamo preso nel segnalare il figlio di Galileo. Alla fine anche l’altro portacolori di Khalid Abdullah Cheyenne Home veniva ritirato quindi si presentavano in cinque al via. La vittoria è arrivata in maniera abbastanza netta con Gatewood che ai trecento finali si è sbarazzato del tedesco Swacadelic e ha aperto i rubinetti andando a vincere di due lunghezze davanti a Rio Tigre e con terzo Going Somewhere. (Video QUI)
Nel convegno i colori italiani sono stati ben difesi da Umberto Rispoli che in sella a Tianjin City ha riportato una reclamare e da Alessandro Botti che con il suo allievo Multiple Chances e in sella David Breux ha riportato l’handicap per quattro anni.

Antonio Viani@AntonioViani75

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...