Pagellone Oaks Day: sventola alto il tricolore

Postato il

eulaila oaks21.2Giornata da incorniciare per l’Italia ippica.
Doppietta nelle due prove principali e vittorie nelle prove di contorno, insomma un filotto di successi che non si vede tanto spesso da queste parti.
Questo evento va celebrato con un pagellone che ci faccia ripercorrere i maggiori eventi di giornata.

Eulaila voto 9,5.
Difficile andare sotto questa valutazione quando a vincere una delle corse principali, anzi forse la più importante per una femmina, è una cavalla italiana imbattuta in quattro uscite.
La prova di ieri della figlia di Arcano è stata una dimostrazione di forza e tattica sopraffina.
Pur con la gabbia più al largo Dario Vargiu (voto 10, visto anche che rientrava da un infortunio) ha scelto di noneulaila vargiu oaks21 lasciare l’iniziativa a Zelandia e ha forzato per affiancarla subito dopo il via. Passata la curva il ritmo inizia a sveltirsi e dopo i 500 Eulaila passa sulla Roveda tenendosi all’esterno Sopran Basilea ben richiesta e Cima Star che invece inizia qui la sua progressione, mentre l’unica straniera davvero incisiva è Anoush che per varchi cerca di ricucire il gap.
Ma Dario e Eulaila non ne vogliono sapere e nell’ultimo furlong intensificano ancora l’azione andando a trionfare nelle Oaks (video QUI).
Al secondo Cima Star davvero encomiabile per la prestazione (voto 8+), che siamo certi potrà migliorare ancora in autunno, e al terzo Anoush (7) che precede la seconda grizzettiana, Sopran Basilea (7).
Un arrivo che potrà non venir premiato dagli ineffabili periziatori del Racing Post, ma che a nostro giudizio testimonia di una buona qualità della corsa, non fosse altro per la buona linea portata dalla terza arrivata e dal fatto che non è bastata una buona cavalla da handicap inglese a vincere la prova. 
Come si dice: vedremo nel prosieguo. Per ora possiamo goderci questa totally homebred della famiglia Crespi, nata da uno degli stalloni di casa, quell’Arcano che non smette di produrre decine di ottimi performer, e da mamma Eubea, altro soggetto made in Lagoni, piazzata di Criterium femminile e figlia di Pounced (altro più che valido stallone di casa) e Egesia, mamma ancora una volta fatta in casa.
Inoltre una genealogia davvero 100%ITY che non solo ci inorgoglisce e che rende il giusto merito a un grandissimo amico e protagonista ippico come Paolo Crespi, ma che testimonia una volta di più come si debba credere maggiormente nel nostro allevamento e nei prodotti che crea. Infine permettetemi di fare i complimenti ai Botti che hanno seguito un percorso di crescita e avvicinamento alla corsa semplicemente perfetto, non che ci fossero dubbi sulle capacità di Alduino e Stefano, ma forse troppo spesso le si dà per scontate. Passione e Capacità.   

Aria Importante voto 9.
Voto altissimo anche per l’altra home-bred a segno ieri. La figlia di Twilight Son creata dalla famiglia Bezzera aveva già dimostrato di possedere doti fuori dal comune, ma ieri si è superata. Battere i maschi anziani nel Vittadini è stato aria importante vittadini21qualcosa di eccezionale e solo lo status della corsa, inferiore alle Oaks, ci porta a darle un mezzo voto in meno. Per il resto l’impressione lasciata è stata abbacinante.
In partenza bravissimo Mario Sanna a sfruttare la gabbia interna per prendere subito il comando, con Potemkin (voto 6) che entrati in retta cercava di mettere pressione alla femmina. 
Ma qui si capiva che la figlia di Aria di Festa (anche lei prodotto di famiglia) ieri non temeva nessuno e infatti non solo teneva a bada il tedesco, ma nell’ultimo furlong Sanna riusciva a farle piazzare un ulteriore allungo, decisivo visto il sopraggiungere all’esterno di uno scatenato Pensiero D’Amore (7,5) che però poteva solo avvicinare la vincitrice. Per il terzo è Fuminix (voto 6/7) a scavare il solco decisivo lasciando quarto l’invader. 
Grandissima gioia nel team con Isabella Bezzera giustamente festeggiata per una vittoria di prestigio che, così come per le prime due delle Oaks, potrebbe presagire a un tentativo estero che testimonia di come in Italia la generazione 2018, non dimentichiamoci di Wakanaka, sia davvero molto sopra standard per quanto concerne il gentil sesso. Scintillante. 

Lollipop Girl voto 6/7.
Il Crespi laurea una ottima figlia di Dandy Man che già aveva dimostrato buone cose nel Perrone e ieri ha colpito duro riuscendo a difendersi dal ritorno di Daisy Dei Grif, la quale ha cercato il varco per tutto il percorso ma lo ha ottenuto solo ai 200 quando forse Lollipop aveva costruita il vantaggio decisivo (video QUI). Terza non distante Little O’Kelly,lollipop crespi21 che ha debuttato come le prime nel Mimma Werner.
Adesso la scelta per tutte sarà tra incrociare le armi con l’attesissimo Windstormblack nel Primi Passi, decisione invero coraggiosa per quanto fatto vedere finora dal Guerrieri o allungare nel Mantovani, scelta che forse potrebbe gradire maggiormente Daisy di Lollipop, oppure, ancora, riposare e prepararsi alla campagna autunnale. Una scelta da effettuare con molta cura soprattutto perché si tratta di femmine di 2 anni. Promettente.

Haven Park voto 7.   
Si aspettava Havana ma è arrivata Haven…
Ok, il gioco di parole era facile, ma questo non rende meno bello il successo della figlia di Sir Prancealot che ai 300 vede aprirsi uno spazio nel quale Claudio Colombi la fionda senza paura e riesce a infilzare le avversarie che subiscono il cambio di passo della Affè (video QUI) faticando a reagire e si devono accontentare delle piazze d’onore.
Al secondo la sempre validissima Chiaro Di Luna precede Dame De Coeur, autrice di un buon finale, relegando al quarto Havana Love. Solo settima la tedesca Mrs Applebee che arrivava da un secondo in Listed a casa sua.
Haven Park ci stava girando intorno alla vittoria con neretto e questa affermazione è davvero meritata. Cogli l’attimo.

I nostri voti sono terminati, a voi penna e pagellone per integrarli. Da parte nostra chiudiamo con un plauso al pubblico presente, davvero numeroso viste le restrizioni, e soprattutto molto partecipe. Non proprio un aspetto scontato e quindi è giusto rimarcarlo.

Antonio Viani@DerbyWinnerblog    

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...