Tesio, Cumani e Piazzale ai raggi X!

Postato il

anda muchacho piazzale19San Siro torna a ospitare la grande ippica di casa nostra e noi ripartiamo con le nostre pagelle ai protagonisti.
Il primo voto è fortemente negativo e ci spiace molto doverlo segnalare ma crediamo che nascondere la testa sotto la sabbia non aiuti a superare i problemi.

Voto 3.
Alla totale assenza di promozione per una delle giornate di punta del meeting autunnale ambrosiano.
Se non si sfruttano le opportunità che il calendario di calcio ci fornisce, cioè il derby di Milano anticipato al sabato e la possibilità di essere l’unico evento sportivo rilevante in programma nel festivo, vorremmo capire quando mai si punterà seriamente sul nostro sport.
Vedere la tribuna piena per meno di metà in simili occasioni fa piangere il cuore e fa anche molto arrabbiare per le tantissime opportunità di richiamare il grande pubblico che vengono gettate al vento.
Piccola aggiunta: l’idea di correre il venerdì in pre-serale (come successo qualche giorno fa) non era malvagia ma, anche qui, se nessuno ne viene messo a conoscenza come si può pensare di richiamare ilcavallo_leonardo_3 pubblico milanese a godersi lo splendore di San Siro?
Sono tante, troppe, le opportunità che vengono continuamente “bucate” da questa dirigenza di Snaitech, che a parole non lesina proclami di investimenti nel nostro ippodromo e nella sua valorizzazione, ma che nei fatti concreti pare aver gettato la spugna da tempo, facendo il minimo indispensabile (spesso pure di meno quanto ad accoglienza…) e accontentandosi del contributo statale. Male, molto male.

Voto 7.5.
Anda Muchacho 
nel Piazzale, Memorial Camici di Gruppo 3 sui 1700 metri, al rientro dal vittorioso Vittadini, ci ha fatto ancora emozionare.
Il figlio di Helmet, con un perfetto Antonio Fresu in sella, pur dovendo combattere con qualche acciacco rimane un Campione con un cuore enorme e lo ha dimostrato anche ieri, prima attaccando a metà retta, dopo aver sfruttato il gran lavoro del compagno Greg Pass, e poi difendendosi con coraggio dal ficcante attacco di un ritrovato Mission Boy (voto 6,5).
Quest’ultimo ci ha provato fino alla fine cercando di far pesare all’alfiere Incolinx di Diego Romeo i tre chili che portava, ma non ha mai dato l’impressione di poterlo davvero superare (video QUI). Al terzo il sempre regolare Time To Choose che precede un Presley abbastanza anonimo in questa occasione.
Complimenti sinceri a tutto il team con Niccolò Simondi che giustamente deve essere orgoglioso di avere in scuderia un leone come Anda. Prossimo obiettivo? Con ogni chesnut honey tesio19probabilità il Di Capua.

Voto 8.
Allo splendido Chesnut Honey vittorioso nel Tesio.
Alzi la mano chi pensava che gli stranieri potessero essere battuti. Eravamo abbastanza rasseganti a non ascoltare il nostro inno in questa prova di Gruppo 2 sui 2200 per tre anni e oltre.
E invece il portacolori della Effevi ci fa uno splendido regalo mettendo in campo una prestazione monstre che lo fa diventare una delle speranze italiane, se non proprio la principale, per il prossimo Jockey Club. Cosa piuttosto insolita vista la paternità di No Nay Never, ma che è suffragata dalle precedenti vittorie nell’Italia e nel Merano, entrambe Listed e che portano a 3 il numero dei suoi successi consecutivi.
Ottima la tattica impostata dal maghetto Fabio Branca che segue il favorito Royal Julius (voto 7) lungo tutto il percorso e poi all’ultimo furlong gli dà la stoccata decisiva come fa un esperto matador (video QUI). Al terzo a distanza il tedesco Sword Peinture davanti a Trita Sass e ultima l’attesa Akribie che dopo aver menato le danze, in retta si è inabissata in maniera netta.
Stefano e Alduino Botti hanno sempre creduto nella qualità di Chesnut e ora giustamente possono sognare in grande assieme a un Felice Villa davvero raggiante a fine corsa. style presa cumani19

Voto 7+.
A Style Presa nel Cumani.
La francese ha un discreto feeling con la pista milanese e dopo aver vinto il Royal Mares si ripete nel Gr3 per femmine sul miglio.  Anche qui tattica inappuntabile di Cristian Demuro che prende la scia della mitica Musa D’Oriente (voto 6/7) e in retta ai 200 si sposta per andare con buona facilità a vincere e ottenere l’agognato neretto maiuscolo, che era il neppur tanto celato obiettivo di giornata.
Molto cresciuta Stone Tornado (voto 7-) che finisce forte per prendere la seconda piazza proprio su Musa. Quarta Party Goer su Binti Al Nar (video QUI).
Malino le altre, tra le quali Lemaire che al rientro ha forse accusato la distanza troppo breve per le sue caratteristiche e che ovviamente va rivista su una distanza più lunga.

Antonio Viani@Derbywinnerblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...