Tatts Autumn a segno con record storici. Quasi 50 arrivi in Italia!

Postato il

tattersalls_ukPassata la Tattersalls Autumn Horse in Training Sale facciamo il punto su questa asta che tradizionalmente è meta di molti operatori nostrani alla ricerca di cavalli già pronti per correre sulle nostre piste.
Quest’anno i lotti in offerta erano sensibilmente meno dello scorso anno con una riduzione da 1220 a 1032, oltre il 15%, che si è tramutata in 949 cavalli venduti, percentuale del 92% più che buona, surreale.
Il fatturato ha battuto addirittura il record del 2014, arrivando a 25,137,100 ghinee. La media di conseguenza è schizzata a 26,488, più 35% sul 2015 e la mediana a 13,500, stesso aumento percentuale della media.

Top price a 520mila ghinee raggiunte da Harlem, maschio di quattro anni da Champs Elysées e Casual (Nayef), vincitore di 2 corse in Francia su otto disputate, tra le quali una listed a Vichy e secondo di Hedouville (Gr.3) oltre che terzo due volte in Gruppo 2, Kergorlay e Gran Prix de Chantilly (carta QUI). Presentato dalla compagine capitanata da Khalid Abdullah è stato assegnato al duo Sackville-Astute Bloodstock per continuare la carriera in Australia. Questa vendita dimostra ancora che se un purosangue vince una corsa di livello il suo valore si decuplica e soprattutto il mercato di riferimento passa da essere quello domestico a quello mondiale.

Tra i lotti più pagati i primi 12 sono stati tutti licitati sopra i 200mila euro e anche questo è un indicatoreharlem-tatts-horsintain-2016 importante. Come era prevedibile per il tipo di asta tutti i maggiori importi riguardano maschi o castroni e solo la 27esima licitazione è una femmina, per la vostra curiosità parliamo di Bellajeu, una figlia di Montjeu passata per 140mila. Juddmonte è stato anche il top consignor con 32 lotti ceduti e 2,257500 ghinee ottenute, mentre tra gli acquirenti Stroud Coleman ha acquistato 10 soggetti spendendo 1,145,000. Champs Elysées il sire più venduto con 1,374,000 ghinee e 20 suo figli.

Italiani attivissimi come d’abitudine. Andiamo con ordine: Paolo Favero ben 14 acquisti, il più pagato 13mila per il castrone Atalan (carta QUI) e Barberini, al solito attivissimo con 9 lotti, il più caro 70mila per il castrone Battalion (carta QUI). Si ferma a 4 Eugenio Goldin con più caro Fiery Character a 8,5mila. Mario Lanfranchi ottiene per 25mila Law Power (carta QUI). L’Agriturismo Tre Pini Brazen Spirit a 7,500.
Doppio arrivo per Federica Tomasini Sweel Hill (carta QUI) e Kelvin Hall (carta QUI) a 11 e 10mila, e anche per la nostra amica Francesca Gori con Coppertone a 9mila e Restore a 12mila (carta QUI).
Francesca Turri 19mila per Cool Climate (carta QUI) e assieme a Giuseppino Biccai Trump’s Magic a 17mila (carta QUI), la Concarena 16mila per Await The Storm (carta QUI), Happy Queen (carta QUI) passa in mano per 13mila a Elisa Castelli, 8mila per il castrone Poolstock da Ferramosca, Free Passage a 5 e mezzo per Maria Moneta.
Due per Maurizio Manili, Song Of Paradise a 3 e Apple Scruffs a 8,5. Paola Cosentini a 9 Hereward The Wake e a 7 Plantation. Paola Masiemo a 9 Guanabara Bay. Massimiliano Rocchino 7 per Prince Monolulu. La Scuderia delle Rose 15mila per In Haste (carta QUI) e Simone Bocci 7,5 per Magic Strike mentre la Strapaese 5 per Shannon.

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

Photo © tattersalls.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...