Arc de Triomphe 2016, ci siamo!

Postato il

qpatFinalmente dopo tanta attesa ecco giunto il giorno che tutti noi appassionati, addetti ai lavori, blogger ippici aspettiamo ogni anno, il giorno del Prix dell’Arc de Triomphe.
Un rito annuale che porta con sé glamour internazionale e attenzione mediatica fuori dall’ordinario.
All’Arc si è al centro del mondo ippico e non è in fondo sbagliato chiamarla, come fanno i francesi, la  più importante corsa del mondo.

In attesa di potervela raccontare in diretta da Chantilly attraverso una serie di aggiornamenti live, foto e video, sulla nostra pagina Facebook e sul profilo Instagram vi raccontiamo cosa è successo ieri molto rapidamente.


Innanzitutto vi diciamo che ieri erano presenti oltre 10mila persone nella ex residenza del Principe di Condé, cioè Chantilly. Un buon numero tutto sommato in linea con le presenze dei sabati pre Arc di Longchamp, però il colpo d’occhio è stato indubbiamente migliore perché le tribune più raccolte aiutano a non disperdere il pubblico.

In pista il Cadran, Gruppo 1, allungato di 100metri a 4100 per lo spostamento da Longchamp a Chantilly, ha visto prevalere dopo un finale davvero emozionante il Teofilo Quest For More che in rimonta a centro pista ha battuto il caldo favorito Vazirabad (Manduro) (Video QUI).
Nel Royalleu, Gr2 sui 2400 per femmine, è stato vinto bene The Juliet Rose, figlia del grande Monsun, che conaffiche-arc1 percorso di testa ha sopravanzato di quasi una lunghezza su Almela (Sea The Stars) (Video QUI).
Nel Wildenstein, Gr.2 sul miglio dove avevamo il Bietolini Dicton, la sorpresa si chiama Taareef, un figlio di Kitten’s Joy che ha sorpreso tutti con una bella prestazione finendo primo davanti a Hello My Love (Literato) con Dicton sotto tono (Video QUI).
Nel Dollar, Gr.2 sul doppio chilometro, il tedesco Potemkin (New Approach) ha siglato con uno scatto perentorio la prova davanti a Heshem (New Aproach) (Video QUI).
Infine nel Chaudenay Gr2 sui 3 chilometri è stata la volta del figlio di Shamardal Doha Dream  riportare la prova davanti a un altro tedesco Moonshiner (Adlerflug) (Video QUI).

Ottimi risultati anche per la tradizionale vendita dell’Arc, presso le splendide scuderie di Robert Collet, dove il fatturato ha toccato quasi 8 milioni e mezzo con un incremento del 9% sullo scorso anno per i 29 cavalli passati di mano sui 43 presentati. La media sopra i 292mila euro anch’essa in aumento, addirittura del 20%, sul 2015 e la mediana a 135mila contro i 120mila dell’edizione passata, più 12,5%.
Super top price è stata Toulifaut (Frankel), partente oggi nel Boussac, che era in asta per chiudere una partnership e che alla fine è stata acquistata da Robert De Seroux, della Narvick International, per Katsumi Yoshida alla bella cifra di 1,9milioni!
Molto elevato anche il bid per aggiudicarsi Spain Burg (Sageburg) fresca vincitrice delle Rockfel a Newmarket e acquistata per 1,5 milioni da Dean Reeves.
L’italiano Azari (Azamour) è stato venduto per 50mila a Thomas Malone, così come Gardol City, training Botti per 160mila a Renato Geiger.

Per adesso è tutto e vi diamo appuntamento tra poche ore per la diretta LIVE sulla pagina Facebook  di DerbyWinner e sul profilo Instagram sempre di DerbyWinner, à bientôt!

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...