Gran Premio di Milano: God Save Our Dylan Mouth!

Postato il Aggiornato il

dylan mouth milano 2016.1Un enorme grazie a Dylan Mouth e a tutto il suo team, in testa il sciür Villa assieme a Marco Botti, che hanno deciso di effettuare il loro rientro stagionale nel Gran Premio di Milano.
Perché questo ringraziamento pubblico?

È presto detto, senza Dylan – e senza il compagno Circus Couture (grazie anche a Stefano Botti) – il Milano 2016 sarebbe stato pari a una condizionata di medio livello nostrano, proprio pochino per una delle due corse principali della primavera ambrosiana…

Triste da dire, ma la verità è questa e forse sarebbe bene pensarci mille volte prima di stravolgere il calendario di selezione senza valide ragioni, scontentando tutti e facendo contenti, forse, solo gli ippodromi…

Fatta  questa premessa non possiamo non evidenziare che il Dylan Mouth (Dylan Thomas) tornato in Italia è un cavallo cambiato nel fisico, più possente, e soprattutto una vera macchina da guerra sotto la sella di Frankie Dettori che ritroviamo sempre con enorme piacere.
Al via della prova mancava Victory Song (Dansili) ritirato e dunque erano solo in sei alle gabbie. Allo start per un Dylan Mouth lesto a uscire dalle gabbie per primo c’era un Lovato (Lauro) che invece si addormentava e sgabbiava con enorme ritardo perdendo numerose lunghezze fin da subito, di fatto auto escludendosi dalla prova.

La veloce sgabbiata consentiva al battistrada di fare il vuoto dietro di sè con il solo francese Taratchi (Chichi Creasy) che si accodava mentre Circus Couture (Intikhab) rimaneva un paio di lunghezze indietro assieme al dylan mouth milano 2016resto del gruppo.

A fine dirittura e in curva Frankie rallentava lasciando che il gruppo si ricomponesse e Novano (Samum) ne approfittava per avvicinarsi in seconda pariglia al leader mentre Circus prendeva la schiena di quest’ultimo proprio all’imbocco della dirittura.

Ai 400 finali Frankie e Dylan decidevano che era ora di chiudere la partita e in poche battute si staccavano da Novano mentre all’esterno veniva incalzato da Circus Couture grintoso e deciso a realizzare la doppietta di scuderia.

Il finale è una passerella per Dylan che passa il palo con oltre cinque lunghezze di vantaggio su Circus ampiamente davanti a Novano, che salva di una testa la terza piazza da Touch Of Genius (Galileo).

Rientro davvero bello quello di Dylan, a cui ha giovato l’allenamento in terra inglese, un cavallo diverso, più strutturato se ci passate il termine e crediamo più pronto alle sfide prossime oltre manica. Ottima anche la scelta di Marco Botti e del team di evitargli un rientro troppo duro e con resa di chili in qualche Gruppo anglosassone.
dylan mouth milano 2016.2

La felicità della Effevi è stata completata dal secondo di Circus Couture che colleziona la seconda piazza d’onore dietro a Dylan ma stavolta senza recriminazioni. Ha dimostrato di poter raggiungere i 2400 anche se pensiamo che il suo vero ambiente, dove essere competitivo magari anche all’estero, siano i 1800/2000 metri, una distanza che crediamo più sua.

Quanto agli stranieri poco da dire, la corsa addormentata da Dylan dopo la partenza ha fatto sicuramente male a Touch Of Genius che con svolgimento diverso avrebbe potuto tranquillamente prendere la terza piazza su un Novano che ha provato a rimanere in scia a Dylan pagando questo sforzo con un arrivo a rotoloni che quasi mandava in fumo la terza piazza.
Basta una prova rimarchevole di Dylan per salvare il Milano 2016? Pensiamo di no, ma la colpa non è certo di Dylan, anzi lui ci ha provato a nobilitare la prova, infatti sono da cercare altrove i veri killer del Milano.

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...