I trial francesi per le Poules: l’Imprudence con Fontanelice e il Djebel

Postato il

france galopBinocoli ancora puntati sulla Francia dove oggi pomeriggio a Maisons-Laffitte andranno in scena due prove preparatorie alle Poules di Longchamp, i tradizionali Imprudence e Djebel, Gruppi 3 sui 1400 metri in pista dritta divisi per sesso, spesso trampolini di lancio anche per le Guineas di Newmarket.
Apriranno le danze le femmine alle 13.50 (con diretta ed accettazione gioco anche in Italia) con l’interessantissimo rientro dell’ex italiana imbattuta Fontanelice, la baia da Vale Of York laureata del Dormello alla ricomparsa dopo il successo in parità nel Primi Passi ed altre due listed, il Perrone e il Crespi.
L’ex allieva e portacolori di Stefano Botti, venduta a Katsumi Yoshida e passata in training a Chantilly da Criquette Head, avrà in sella Thierry Jarnet e partirà come terza forza del campo dallo steccato più interno. Le interessanti voci e la fiducia manifestata nei lavori di preparazione da Madame Head, che intende lasciarefontanelice dormello 2014.2 aperta l’opzione 1000 Ghinee di Newmarket, hanno evidentemente indotto alla fiducia i punters transalpini.
Le rivali però non mancheranno e l’Imprudence sarà subito un test veritiero per Fontanelice, costretta a misurarsi con una cavalla stimata del calibro di Ervedyia, l’Aga Khan di Rouget al rientro dal posto d’onore nel Marcel Boussac alle spalle di Found. La baia da Siyouni, laureata del Cabourg e terza nel Morny lo scorso anno, chiede il pass per la Poule.
Fa paura anche l’altra vincitrice di pattern Ameenah, un’American Post di Rossi che difende i colori di Jean-Claude Seroul, iscritta tra l’altro al nostro Regina Elena, due volte seconda in listed lo scorso anno prima del botto sul tracciato nel Prix Miesque, risolto di forza ai danni della Niarchos di Bary Night Of Light (Sea The Stars) e della Pantall Kenouska (Kendargent), due che chiedono la rivincita quest’oggi.
ervidiya prix cabourgLa quarta vincitrice di pattern al via, sintomo della grande qualità in pista, sarà la Lellouche Queen Bee, la baia da Le Havre laureata del Prix du Calvados, quinta nel Boussac e alla ricomparsa dal posto d’onore nel Criterium de Maisons-Laffitte.
Merita rispetto anche la Godolphin Fond Words, una Shamardal di Pantall che ha esordito quest’anno vincendo a Cagnes Sur Mer per poi crescere fino al recente successo in listed ottenuto a Chantilly sul sintetico ai danni di Power Of The Moon (Acclamation), quinta nel Morny dello scorso anno. Fabrice Chappet schiera La Berma (Lawman), al rientro dal posto d’onore nel Prix Eclipse, e la sorpresa Filly Green (Diamond Green), che tenta il triplo salto di categoria dopo l’ultima vittoria a reclamare. Ruolo di sorpresa anche per Strelkita (Dr Fong), rientrata con un sesto posto nella già citata listed di Fond Words, mentre è tutta da scoprire la spagnola Vamos Espana (Siyouni), presentata da Carrasco Sanchez e reduce da quattro vittorie consecutive a Madrid. Meno qualitativo il campo del Djebel per i maschi ma i binocoli saranno puntati su un imbattuto di Fabre, Make Believe (Makfi), autore di due superbe vittorie giovanili in maiden e condizionata, da confermare in questo contesto per poter ambire alla Poule. Il portacolori diATZENI ARC Prince Faisal sarà misurato soprattutto dal Niarchos Nucifera (More Than Ready), fuori quadro nel Lagardère ma in precedenza vincitore di listed ed ottimo secondo nel La Rochette alle spalle del leader della generazione Full Mast, e dall’Abdullah Alpha Bravo (Oasis Dream), l’allievo di Criquette Head vincitore all’esordio e poi secondo nel Thomas Byron.
Merita attenzione anche il Pantall El Suizo (Meshaheer), arrivato da imbattuto al Cabourg dov’è terminato terzo mentre saranno della partita anche Andrea Atzeni e Cristian Demuro, il primo impegnato per la Qatar Racing in sella al Graffard Svoul (Siyouni), già rientrato con un terzo in listed a Chantilly, il secondo in coppia con Sinfonietta, un Sinndar di Chappet che all’esordio ha perso soltanto dal già citato Make Believe.
Nel pomeriggio da vedere anche una listed, il Jacques Laffitte, per anziani sul miglio allungato, con il Wertheimer Planetaire (Galileo), terzo nella Coupe sul tracciato lo scorso anno, misurato dal rientrante di Fabre Elliptique (New Approach), laureato del Conde, dalla femmina Sparkling Beam (Nayef), con in bacheca il Chloé ed altri piazzamenti in pattern, e dal rodato Garlingari (Linngari), già laureato di listed.

Edoardo Borsacchi@Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...