Carnival – Day Three

Postato il

Meydan dubaiOggi pomeriggio si disputerà, ancora con accettazione di gioco in Italia (i miracoli del Ministero!) il terzo convegno del Carnival di Meydan imperniato su un Gruppo 2 sui 1400 metri in erba contornato da ricchi handicap.
A sfidarsi sul miglio accorciato dell’Al Fahidi Fort saranno in dieci con il campione in carica di De Kock Anaerobio (Catcher in The Rye) che rimette in palio la sua corona dodici mesi dopo. Il baio sudafricano di otto anni ricompare dal quinto posto ottenuto nel Duty Free ancora in coppia con Christophe Soumillon. A contrastarlo ci sarà soprattutto il compagno di training Red Ray (Western Winter), un baio di cinque anni al rientro da un secondo posto a Scottsville in un Gruppo 1 ottenuto nel maggio dello scorso anno.
Godolphin risponderà con Safety Check (Dubawi), il quattro anni di Charlie Appleby che è rientrato vincendo subito a Meydan un ricco handicap, provando così ad alzare il tiro sulle ali di una forma più rodata rispetto a rivali con rating maggiore. De Kock potrà contare anche su Zahee (Dylan Thomas), il quattro anni che dovrà mostrare importanti progressi dopo l’opaca ricomparsa effettuata sul tracciato, mentre attenzione la merita anche l’ex Godolphin France Decathlete (Medaglia d’Oro), da attendere in progresso dopo il rientro di due settimane fa e affidato a Mikael Barzalona.
Merita rispetto anche la coppia di Sheikh Hamdan Al Maktoum formata dal cinque anni Shaishee (Indian Charlie), terzo in un ricco handicap sulla sabbia, ed Ertijaal (Oasis Dream), un quattro anni ex allievo di William Haggas che dopo aver provato addirittura le 2000 Ghinee di Newmarket ricompare da una listed di York dello scorso agosto. Sembra più duro il compito per gli altri, con Enchiper (Elusive Quality), Modern History (Shamardal) ed Easternmarcobotti2 Rules (Golden Snake) a fare da sorprese, in questo Al Fahidi Fort che fa da trampolino virtuale verso il Duty Free del 28 marzo.
In giornata anche due partenti per Marco Botti che sellerà Energia Fox (Agnes Gold) ed Edu Querido (Holzmaister): la femmina, buona seconda a Lingfield a inizio gennaio, prenderà il via in un handicap sul doppio chilometro in sabbia contro l’ex Rencati e compagno di training Fattsota (Oasis Dream), adesso agli ordini di David O’Meara, mentre il maschio potrà giocarsi una chance da protagonista dopo il netto successo di Lingfield ottenuto a dicembre, in una handicap sul miglio della pista in sabbia.
Il duello Godolphin-De Kock catalizzerà invece l’interesse nelle altre due periziate del pomeriggio con Merhee (Elusive Quality) e Figure of Speech (Invincible Spirit) attesi nell’handicap d’apertura per i velocisti in sabbia, e l’ex Johnston Steeler (Raven’s Pass), adesso nelle mani di Charlie Appleby che proverà a contrastare l’agguerrito terzetto sudafricano formato da Rock Cocktail (Rock Of Gibraltar), Umgiyo (Danehill Dancer) e Disa Leader (Parade Leader).

Edoardo Borsacchi@Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...