L’Immacolata premia Big Violett, la domenica La Chica e Mac Lir

Postato il Aggiornato il

ippodromo del mediterraneoWeek end dell’Immacolata e come da tradizione è andato in scena il meeting di Siracusa, riveduto e corretto nella sua programmazione, con l’accorpamento delle due listed per giovani in un unico appuntamento, il Criterium dell’Immacolata sui 1.400.
La domenica siciliana ci ha riservato due Handicap Principali, il Criterium Aretuseo sul doppio chilometro e il Nastro d’Oro di Sicilia per tre anni e oltre sui 1.400.Il primo è stato appannaggio de La Chica Sensual, allenamento Postiglione e proprietà della scuderia Jerome dell’appassionato toscano e fedele lettore del nostro blog, Riccardo Angioli. La figlia di Mastercraftsman ha preso subito il comando del gruppo con fare volitivo a imporre il ritmo a lei congeniale. All’ingresso in retta veniva avvicinata da Lake Dancer ma il bravo Federico Bossa chiamava all’ultimo scatto la femmina che rispondeva benissimo arroccandosi in corda e tirando fuori il parziale decisivo per imporsi. Al secondo sbucava, con un ultimo furlong a velocità doppia degli altri, Lambrusco secondo di un’incollatura. Terzo Lake Dancer.
Coast to coast da protagonista per la vincitrice, allevata all’estero, e seconda affermazione in quattro uscite nell’isola che confermano la sua forza sui 2.000 e annunciano un futuro roseo per la portacolori della Jerome.
Nell’altro handicap schema invariato con il vincitore Mac Lir che si metteva anch’esso in testa al gruppo fin dalla sgabbiata. Allenato da Sardelli e montato da Cannella, di proprietà del maltese (ma ippicamente siracusano) Mark Cuschieri il sauro da Majestic Warrior teneva alle sue spalle Proclamation of War e Comet Gray. In retta Comet Grayippodromo del mediterraneo2 piazzava un attacco al battistrada che sfruttando la corda si difendeva egregiamente e anzi ampliava il suo distacco andando a imporsi con una lunghezza e mezza di vantaggio sul grigio che precedeva Norbanus. Quinta affermazione in carriera e seconda consecutiva per Mac Lir che ha sfruttato un peso non troppo gravoso e una tattica perfetta. Male la favorita Kittens Lady che probabilmente ha accusato il peso proibitivo.
Il giorno successivo la corsa principale, il Criterium dell’Immacolata, vedeva imporsi un’altra femmina terribile l’allieva di Agostino Affè Big Violett  che dopo percorso coperto, grazie all’ottima strategia messa in campo da Marcelli, in retta ai 250 finali piazzava lo scatto bruciante andando a sopravanzare il capofila North Ireland e involandosi solitaria per  una facile vittoria. A oltre tre lunghezze finiva North Ireland che precedeva Neon Glitter. La femmina da Haatef, anch’essa allevata all’estero, ha davvero impressionato per lo scatto fulmineo che ne fa una pedina da tenere d’occhio nelle classiche italiane fino al miglio del prossimo anno e pur essendo solo alla seconda affermazione in cinque uscite la sua prestazione ha fatto colpo. Mancata alla conferma l’allieva di Zarroli Mefite dalla quale ci si aspettava una prestazione più incisiva.
Nell’Handicap Principale il Memorial Faraci, sui 2.300, per tre anni e oltre ha colpito il vecchio leone Gasquet che ha avuto al meglio su Pontalibre.

Antonio Viani@AntonioViani75

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...