I trial per il Gran Criterium – Riva e Rumon

Postato il Aggiornato il

priore philip gran criteriumDomenica nel weekend italiano imperniato sulla disputa del Federico Tesio faranno la parte del leone anche i puledri, i quali daranno vita alle due listed di preparazione in vista del Gran Criterium del prossimo 12 ottobre, i tradizionali Riva e Rumon, il primo a San Siro il secondo alle Capannelle.
Con tutte le simil  condizionate disputate era impossibile attendersi molti partenti infatti le due prove si sono divise in parti identiche con cinque candidati ciascuna. Stefano Botti, certamente il più munito in visto dell’evento clou milanese, propone due interessanti coppie con il Blueberry Mia Eccellenza e lo stimato Time Chant nel Riva, il rientrante di lusso Ginwar e l’Effevi Clockwinder nel Rumon. In un primo momento sembrava che il trainer di Cenaia dovesse schierare ancora a San Siro l’imbattuto Hero Look e a Roma l’altra pedina Intra Brex Drago, devastante nel Toscana, ma i cambi di piano fanno pensare ad un Gran Criterium da raggiungere senza altri impegni per il potente baio da Lope de Vega e per l’eclettico Mujahid. L’esame milanese metterà dunque alla prova i sogni del Cardaioli Time Chant, un War Chant allevato da Massimo Parri letteralmente devastante in occasione del sigillo nel Criterium Partenopeo, che cercherà appunto il pass per il Gran Criterium. A misurarlo il compagno di box Mia Eccellenza, da Exceed and Excel,pr sga_ chiuso sulla carta dallo stesso Time Chant sul riferimento di una maiden dello scorso giugno dominata per cinque lunghezze ma che ha destato ottima impressione al rientro in maiden quando ha imposto l’alt al grizzettiano Azari, anch’esso della partita.
Test importante per il figlio di Mia Diletta, soprattutto per capirne il vero valore in vista di obiettivi ancor più prestigiosi, con il target stagionale che potrebbe diventare il Berardelli piuttosto che il Gran Criterium, a patto di non voler incrociare le armi con l’altro compagno di colori Halling Spectrum.
Bruno Grizzetti risponde con un’altra coppia, formata appunto da Azari, l’Azamour di Borsani che si è tolto la scomoda qualifica di maiden la scorsa settimana in grande stile, e il meno esposto Sopran Sanson, un Daro Sopran di Ciampoli che allunga la distanza e tenta il salto di categoria dopo il terzo posto al rientro in una condizionata in pista dritta. Completerà il campo il Gonnelli Avabin (Amadeus AZARI -MAIDENWolf), sorpresa nel contesto dopo il posto d’onore all’ultima uscita nella condizionata già citata e dominata dalla Dioscuri Disappointing.
Alle Capannelle binocoli puntati sul rientro dell’imbattuto Ginwar (Martino Alonso), a segno nel Giubilo e in parità con Fontanelice nel Primi Passi. Proprio queste due vittorie in black type costano al pupillo della Intra tre chili e mezzo di sovraccarico, un macigno significativo se pensiamo anche al primo test sulla curva e sulla distanza. Se vorrà staccare il ticket importante Ginwar dovrà convincere e battere il compagno di training Clockwinder (Intikhab), a segno all’ultima uscita in una condizionata romana ma soprattutto il trio romano composto da Change of Moon (Le Cadre Noir), a bersaglio in condizionata e iscritto al Gran Criterium, dall’inesperto ma promettente Rattle Noir (Rattle And Hum), senza l’iscrizione al Gruppo II milanese quindi in pista pensando al Berardelli, e Vennareccipr primi passi (Cockney Rebel), sconfitto all’ultima uscita proprio da Clockwinder.
Con Hero Look e Brex Drago lanciati direttamente verso il Gran Criterium, altri due pass verranno staccati domenica tra Riva e Rumon, ai quali si aggiungeranno probabilmente il romano Paco Royale (Paco Boy), autore di un superbo esordio romano per la regia di Agostino Affè, il Bietolini-France Slew of Fortune (Elusive City), imbattuto in due uscite in Francia per la Nuvolone (a meno di una vendita formalizzata in questi giorni, che pare possibile) un grizzettiano a scelta tra Pensierieparole (l’Exceed and Excel della Cocktail fermo dal quarto posto nel Primi Passi), Zoan (King’s Best), Tango d’Arcadia (Red Rocks) o lo stimato Sopran Achille (Cape Cross), e la Gasparini Cetra (Echo of Light), imbattuta nell’unica sortita romana.
Due le iscrizioni dalla Francia: il portacolori italiano Kloud Gate (Astronomer Royal), allenato da Heloury per la Razza della Sila, vincitore di una maiden in provincia e di una condizionata a Compiegne prima di tentare due listed a Vichy (4°) e Deauville (6°), e il più tosto Chambois (Whipper), un grigio di Delzangles sconfitto all’esordio da quel Nucifera secondo nel La Rochette e candidato al Lagardère, ma poi a segno in bello stile all’ultima uscita in una condizionata sul miglio a Chantilly.

Edoardo Borsacchi@Edobor88Edoardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...