Book 2 di Tattersalls sempre molto apprezzato.

Postato il

Tattersalls_UKE anche il Book 2 delle aste di ottobre a Tattersalls è andato in archivio e pure per quest’anno, fortunatamente, i sorrisi sono molti di più delle recriminazioni.

Facciamo parlare subito i numeri che vedevano un’offerta di 730 lotti contro i 736 del 2018 e una percentuale di venduti dell’85%, in linea con l’edizione precedente attestatasi all’86%.
Pur in presenza di qualche decina di puledri in meno il fatturato aggregato ha superato quello già record del 2018, arrivando a 48.499.000 ghinee.
Il prezzo medio sale del 2% a 78.224  e il mediano dell’1% a 55.500.
In buona sostanza un’asta che ricalca gli ottimi risultati degli ultimi anni e che conferma la forte internazionalità del Book2.

Il top price ha raggiunto una somma a 7 cifre (record), con 1.050.000 ghinee pagate da Shadwell per una bella figlia di Dark Angel e Allez Aia (Pivotal). La madre è sorella piena di Halfway To Heaven, che oltre a essere vincitrice di Gr1 (1.000 Ghinee, Nassau e Sun Chariot) è la madre di soggetti di grande qualità come Magical, Rhododendron e Flying The Flag. A presentarla è stato il Ballyhimikin Stud.
Tra i top acquirenti al comando troviamo sempre Shadwell con oltre 8,5 milioni spesi per 51 lotti, mentre tra i consignor è il Tally-Ho con poco meno di 2 milioni (1.964.000 per l’esattezza), a guidare la classifica.
dark angel book2 tatt19Tra i sire più richiesti troviamo Kodiac con 3,5 milioni seguito da No Nay Never con 2,864  e terzo Dark Angel a 2,279.

Italiani attivi anche negli acquisti (seppure presumiamo destinati nella maggior parte dei casi ad acquirenti esteri) con Alessandro Marconi che porta via 5 lotti, il più caro a 55mila euro una femmina da Exceed Anc Excel. Marco Botti assieme all’Avenue Bloodstock un Gleneagles a 31mila e da solo un Vadamos a 10. Federico Barberini 2 arrivi, con un maschio da Night Of Tunder a 210.000 euro. Per Roberto Di Paolo a 3mila un Charm Spirit, mentre il San Paolo Agristud a 26 ha inchiostrato un Awtaad. Marinella Aienti a 18 un Archipenko. Stefano Botti ha riportato a casa una femmina da Kodiac per 40mila con mamma A Touch Wild.
Tra i venditori vi diamo conto della Le.Gi. che al Book2 presentava una Golden Horn da Sopran Enery venduta a 60mila all’Hurworth Bloodstock, mentre il figlio di Holy Moon e sempre Golden Horn è passato di mano a 175.000 ghinee acquistato dalla Johnston Racing.
Oggi si parte con il Book3. Stay tuned!

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...