Da Salford Secret a Out Of Time, il Pisa nel segno di Sakhee’s Secret!

Postato il Aggiornato il

out of time pisa 2019Il Premio Pisa è una corsa che vale più del montepremi al palo o dello status di Listed che oggi ricopre.
Vuoi la storia, vuoi il fascino dell’ippodromo del  prato degli Escoli, vuoi i Campioni, quelli dalla famosa “C” maiuscola che vi hanno vinto.
Insomma passare per primi il palo di arrivo ha un sapore unico e colui che quest’anno può giustamente vantarsi di questo risultato, cioè Out Of Time, ha una parentela con un altro vincitore di Pisa dei tempi recenti.


La risposta è facile, parliamo di quel Salford Secret che nel 2014 vinse la prova di San Rossore e poi andò con grande merito a sbancare il successivo Parioli.

Il legame tra i due vincitori è dato dalla paternità, infatti entrambi sono figli di Sakhee’s Secret.
Oltre alla indubbia qualità dei due soggetti, altri punti in comune li troviamo nelle modalità di impiego, sia Salford sia Out hanno vinto il loro Pisa correndo salford secret parioliall’attesa e piazzando il cambio di passo imparabile agli ultimi 3/400 metri. Forse quello di Out Of Time pare un cambio di marcia più bruciante, ma potrebbe essere una sensazione dovuta al leggero calo del battistrada It’s The Only Way nelle battute conclusive.
Quale che sia la vostra preferenza direi che non possiamo non sottolineare che la paternità da Sakhee’s Secret sembra essere un tassello fondamentale per chi voglia vincere il Pisa in futuro. Una fortuna per gli allevatori nostrani, visto che Sakhee’s è qui in Italia e funziona a Vigone. Come dire che, ancora una volta, uno stallone italiano ha prodotto un vincitore in una corsa di selezione.

Non pensate sia cosa da nulla, poiché i nostri prodotti 100% ITY devono affrontare in pista una enorme quantità (quest’anno oltre il 50% dei partenti finora…) di prodotti importati, alcuni anche pagati decine di migliaia di euro, e anche un buon numero di prodotti assimilati italiani figli di madri tricolori e di stalloni esteri che spesso hanno un tasso di monta quadruplo o più rispetto a quello dei nostri.
Non vogliamo farli passare per martiri, ma capite bene che coprire, se va di lusso, una cinquantina di fattrici e avere come concorrenti stalloni che hanno un book triplo o più, è un fattore che incide non poco sulla riuscita dei nostri sire.
Eppure, a fronte di queste reali difficoltà, spesso i nostri non solo si difendono ma vinconofoal salford come tanti esempi recenti ci ricordano.

Tornando ai figli di Sakhee’s Secret, vi ricordiamo che lo stallone è stato capolista dei 2 anni italiani nel 2018 e questo penso sia il miglior dato da poter esporre per confermare la sua qualità in razza.
Ma inoltre, vi vogliamo ricordare che questa “predisposizione” al Pisa potrebbe passare anche attraverso il figlio Salford Secret che, come saprete visto che ci seguite sempre in tanti, è entrato nel novero degli stalloni funzionanti in Italia nel 2017 grazie alla intraprendenza di Francesco Loi che lo ha acquistato e spostato nella sua natia Sardegna, presso l’Istituto di Incremento Ippico della Sardegna, l’AGRIS.
Nelle prime due annate di monta ha coperto circa 50 fattrici e stando alle parole di Francesco i suoi prodotti sono davvero molto belli.
Quindi, allevatori italiani, per vincere il Pisa non si scappa, o andate da Sakhee’s Secret oppure, soprattutto se abitate in Sardegna, dovete per forza andare da Salford Secret!

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...