Le ultime dal Curragh

Postato il Aggiornato il

IrishOaks-2014Povero Sea The Stars!
Per colpa di Sheikh Hamdan Al Maktoum (leggi QUI e QUI) lo stallone dell’Aga Khan non potrà cogliere la terza classica dopo le Oaks inglesi e il Derby tedesco, vista la clamorosa rinuncia nelle Irish Oaks da parte dell’imbattuta Taghrooda, favoritissima per il Gruppo 1 sul miglio e mezzo del Curragh, ma dirottata sulle King George del prossimo sabato ad Ascot, alla ricerca di un successo che sfugge allo Sceicco dal 1989, l’anno di Nashwan. La giubba blu con le spalline bianche sarà rappresentata lo stesso al Curragh dalla sua runner up di Epsom, Tarfasha, eletta favorita nel nuovo betting. La Leggi il seguito di questo post »

Serata di gala sabato a Napoli

Postato il Aggiornato il

ippodromo-di-agnanoRiflettori italiani accesi sulla conca di Agnano dove sabato andrà in scena l’atteso Galà del galoppo con ben tre listed da gustare.
Si partirà con i puledri impegnati nel Criterium Partenopeo, tornato nella sua collocazione estiva dopo l’edizione dello scorso anno disputata in dicembre e risolta tra l’altro dal successivo laureato di Pisa e Parioli Salford Secret. Sulle orme del pupillo di Riccardo Santini ci proveranno in sei, con il grigio Vennarecci, allievo di Fabio Saggiomo interpretato da Mirco Demuro, forte di una convincente vittoria sul tracciato nella prova di preparazione disputata due settimane fa. Il figlio di Cockney Rebel dovrà fronteggiare due pedine in arrivo da Cenaia, Time Chant (War Chant), impressionante nella vittoria milanese colta in maiden, Leggi il seguito di questo post »

Ultim’ora: Taghrooda salta le Irish Oaks!

Postato il Aggiornato il

taghrooda2Più veloce del lampo e più deflagrante di una bomba!
Sheik Hamdan Al Maktoum ha deciso di far saltare l’impegno delle Irish Oalks alla sua eroina, Taghrooda.
Come vi avevamo raccontato nel precedente post (leggi Qui) la figlia di Sea The Stars era la calda favorita per la vittoria finale, però lo sceicco ha preferito la sfida di settimana prossima ad Ascot, nelle King George VI and Queen Elizabeth Stakes, di Gruppo 1. La scelta, pare presa personalmente dallo sceicco, è dovuta al possibile ritiro della cavalla a fine anno dalle corse e quindi, in quest’ottica, la sfida di Ascot riveste un’importanza ancora maggiore rispetto alle Darley Irish Oaks.
Inoltre non dobbiamo dimenticare che Sheikh Hamdan ha comunque una cavalla iscritta nelle Oaks, la compagna Tarfasha, seconda proprio di Taghrooda nelle Oaks di Epsom.
Certamente si tratta di un cambio di rotta da quanto affermato poco tempo addietro dal suo allenatore, John Gosden, che sperava di poter far correre Taghrooda il più a lungo possibile con avversarie del suo stesso sesso.
Per i bookmaker la Oaks winner di Epsom è a oggi la terza favorita dietro Telescope e Magician.

Antonio Viani@AntonioViani75

Irish Oaks: la preview e altre news

Postato il Aggiornato il

IrishOaks-2014Negli ultimi vent’anni di storia delle Irish Oaks ben cinque campionesse uscite vincitrici dalla prova gemella di Epsom sono riuscite a firmare lo storico doppio: Ramruma, Ouija Board, Alexandrova, Sariska e Snow Fairy. A queste magnifiche cinque sabato sera potrebbe aggiungersi l’imbattuta Taghrooda, l’allieva di John Gosden (a segno in questa corsa nel 2012 con Great Heavens) dominatrice ad Epsom. La splendida baia da Sea The Stars (altra occasione per l’immenso stallone dell’Aga Khan di portarsi a casa una classica, sarebbe la terza in poco più di un mese) partirà da grande favorita intorno ai 4/5, con il suo trainer che pare sereno a pochi giorni dal big event irlandese. “Taghrooda sta molto bene, tutta la preparazione è andata secondo i piani, ieri Leggi il seguito di questo post »

Horse Addicted #3

Postato il Aggiornato il

alessia3Per la terza puntata di Horse Addicted, dopo fantini e allenatori abbiamo deciso di approfondire la realtà di chi è impegnato nel nostro settore per amore dello sport, il proprietario.
Abbiamo quindi raggiunto Alessia Franchini. La conoscerete senz’altro, essendo una delle voci di Radio Snai e Unire Tv che ci tengono compagnia nei pomeriggi ippici presentandoci le corse con competenza e soprattutto passione, che traspare dal suo dolce timbro vocale.
Oggi, però, la incontriamo, in una veste differente, quella di proprietaria di cavalli, una di quei “piccoli” proprietari appassionati che costituiscono l’ossatura del nostro movimento e senza i quali il nostro sport non avrebbe il fascino che ancora oggi ha, ma non perdiamo tempo e lasciamo la parola a lei. Leggi il seguito di questo post »

L’analisi del week end: dal July a Parigi

Postato il Aggiornato il

partiti!!Il July meeting di Newmarket è andato in archivio con due fantini sugli scudi ed un allenatore che ha dominato la scena, soprattutto con i puledri, chiudendo con quattro vittorie in testa alla classifica dei trainers. Tra i jockey hanno chiuso in parità, con quattro centri ciascuno, lo scatenato Ryan Moore, che ha montato soltanto due giorni, e Richard Hughes. RyanAir si è letteralmente caricato in spalla l’O’Brien Table Rock nelle Sir Henry Cecil Stakes, fulminando nei pressi del palo il favorito Pretzel. Venerdì ha infilato invece tre successi consecutivi, partendo da un handicap sui 1400 metri conquistato con la solita freddezza in sella a Nakuti, per arrivare a colpire nelle Duchess of Cambridge con l’ottima Arabian Queen, l’allieva di David Elsworth che ha rubato letteralmente il tempo alla favoritissima francese High Celebrity, in sella alla quale Maxime Guyon è rimasto troppo lontano dalla testa su un terreno che non permetteva certo grandi recuperi.
Leggi il seguito di questo post »

Una parata piena di Charm…

Postato il Aggiornato il

chantilly1Il 14 luglio in Francia si ricorda la presa della Bastiglia, la fortezza prigione simbolo del potere reazionario. A Parigi grande parata delle forze armate transalpine sugli Champs-Elysée alla presenza del Presidente della Repubblica Hollande. Però a noi ippici interessavano maggiormente le celebrazioni in atto in quel di Chantilly dove si disputava il Prix Jean Prat, Gruppo 1 sul miglio, per tre anni.
Come vi avevamo riportato questa mattina (leggi QUI) il favorito al betting era l’inglese Shifting Power, reduce dal secondo posto nelle 2000 Ghinee irlandesi. Subito dietro, in Francia, veniva giocato l’altro secondo di Ghinee, Prestige Vendôme, questa volta francesi, le Poule d’Essai des Poulains, e a quasi identica quota Charm Spirit, il vincitore del Paul de Moussac, nonché quinto di ghinee inglesi.
Leggi il seguito di questo post »