Tattersalls September, top price con record ma numeri in flessione.

Postato il Aggiornato il

tattersalls-irelandSecondo giorno di aste a Fairyhouse e chiusura con record nel top price. Tanti acquisti da parte di compratori italiani, ma gli indicatori parlano di una flessione.

Le September Yearling Sale hanno chiuso i battenti con il botto.
Ieri, nella seconda giornata di asta, è stato infranto il record storico, in 30 anni di attività delle September, per quanto concerne il top price, infatti un figlio di Kodiac del Grove Stud è stato aggiudicato a Shadwell per 275.000 euro.
La mamma è Lady Lucia (Royal Applause) e il figlio è fratello pieno di Adaay, doppio vincitore a livello di Gruppo 2 (carta QUI).
Il record però non ha migliorato l’esito finale della due giorni che conferma quanto visto nella prima sessione (leggi QUI).
Riassumendo, la September vede un aumento nei lotti offerti, da 448 a 526, più 17%, ma una contrazione già a livello di valore totale di vendite che hanno raggiunto i 10.488.000 euro contro gli 11.451.000 dello scorso anno, un meno 8% che suona male vista la maggiore offerta presente.
Ovviamente anche la il numero dei venduti si è contratto a 412, 78% dei lotti in asta, contro il 90% dell’edizione scorsa.
Il prezzo medio è rimasto a 25.467, meno 11% dallo scorso anno, e il mediano chiude a 20.000, quindi meno 15% sul 2017.

I numeri vanno interpretati e se certamente i dirigenti Tattersalls Ireland non faranno i salti di gioia per un’asta che segna un innegabile arretramento, non di meno non possiamo non evidenziare che il risultato in termini aggregati è il terzo migliore di sempre. Mentre sia la media sia la mediana sono i secondi migliori, dietro solo all’asta dei record dello scorso anno.
Questo ragionamento non vuole salvare a tutti i costi i risultati della September (in Italia in questo siamo maestri, se leggete alcuni resoconti “edulcorati” dell’asta SGA capite cosa intendo) ma solo cercare di contestualizzare dati che letti così possono far lot491kodiactattire2018storcere il naso.
Quello che certamente non ha funzionato è stato l’aumento consistente, nella misura del 15%, del numero di lotti offerti. Come detto dal CEO di Tatts Ireland Matt Mitchell il mercato rimane selettivo e limitato.

Italiani protagonisti anche nella seconda sessione con Alduino Botti che ha acquistato ulteriori 5 lotti, tre maschi da Gregorian (5.000 euro), Epaulette (9.000), Born To Sea (22.000) e due femmine da Rock Of Gibraltar (7.000) e Maxios (11.000).
La Razza Ambrosiana ha segnata ancora il punto con un Helmet a 20.000. Cesare Pieraccini un Alhebayeb a 3.000, mentre Federico Barberini a 42.000 una Acclamation che ha già prodotto un vincitore di Gruppo 3.
Attilio Giorgi per 8.000 una femmina da Olympic Glory e Marco Botti un paio (sempre in collaborazione con il Meah/Loyd Bloodstock) un Cable Bay a 22.000 e una No Nay Never a 38.000. La New Racing Factory due acquisti a 10.000 un maschio da Outstrip e a 3 mila una TamayuzPietro Sinistri un Gutaifan a 13.500, mentre Giannotti a 8 mila ha portato via una Australia.
Sebastiano Guerrieri ancora tre arrivi dopo quelli di ieri con un Toronado a 16.000, un Epaulette a 7 e una Zoffany a 10.000.
Oggi Fairyhouse termina con le September Part II e poi sarà tempo di Book1!

Antonio Viani@DerbyWinnerblog

Lot 491 Photo © Tattersalls Ireland

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...